Squillace, maggioranza e un gruppo di minoranza esaminano gli atti del bando sui rifiuti
Menu

Squillace, maggioranza e un gruppo di minoranza esaminano gli atti del bando sui rifiuti

incontro bando rifiutiSQUILLACE - Incontro nella sala consiliare del Comune di Squillace per approfondire caratteristiche, obiettivi ed impegni del nuovo bando per la gestione della raccolta differenziata. Un tema delicato per i riflessi economici che avrà sul bilancio comunale: importante sia l’impatto occupazionale, poiché sono impiegati sette operatori squillacesi, sia la gestione quotidiana del servizio che coinvolge attivamente la popolazione. Alla riunione hanno preso parte il sindaco Pasquale Muccari, l’assessore Franco Caccia, il consigliere Alessandro Aloise, per la maggioranza, e, per la minoranza, il gruppo di “Riviviamo Squillace” composto da Franco Scicchitano, Aldo Zofrea e Vittorio Froio. Gli aspetti tecnici sono stati illustrati dall’ingegnere Gregorio Talotta, istruttore direttivo dell’ufficio tecnico comunale, nonché esperto che ha curato la progettazione del nuovo bando, che, con linguaggio semplice ma appropriato ai contenuti specifici del bando, ha spiegato agli amministratori presenti l’impianto complessivo del bando e le sue implicazioni gestionali. «Tra gli obiettivi a me assegnati attraverso le deleghe alla partecipazione ed alla programmazione - ha dichiarato l’assessore Caccia - vi è quello di favorire la produzione di atti di giunta e di consiglio, che siano il frutto di un confronto costruttivo e della più ampia partecipazione di tutti i consiglieri presenti nel consiglio comunale di Squillace». Per circa due ore si è sviluppato un confronto costruttivo sui vari aspetti sui documenti illustrati e sulle possibili integrazioni da apportare. «Si possono avere anche idee diverse – ha proseguito Caccia - ma quando si devono assumere decisioni importanti per il futuro della comunità, bisogna essere quanto più uniti. In quest’ottica l’incontro realizzato a Squillace rappresenta un esempio positivo di un confronto democratico tra consiglieri, finalizzato a dare il meglio per la comunità che si è chiamata ad amministrare. L’augurio è che quanto avviato sul tema della raccolta differenziata, con amministratori comunali che scendono nei dettagli dei problemi e delle possibili soluzioni, possa diventare una prassi di un agire politico che qualifica la comunità e possa contribuire a costruire un pensiero moderno di una politica sempre più attenta alle esigenze dei cittadini».

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa