Soverato, Gagliardi e Cilurzo rispondono all'assessore Vacca
Menu

Soverato, Gagliardi e Cilurzo rispondono all'assessore Vacca

Antonello GagliardiRiceviamo e pubblichiamo la nota stampa di Antonello Gagliardi e Vincenzo Cilurzo del movimento Semplicemente Soverato. Il movimento Semplicemente Soverato non sta cercando pubblicità e non è nel suo stile entrare in un linguaggio sarcastico e personale per esprimere verità legate alla legislatura, agli atti e all’operato di chicchessia.
Sono apparsi diversi articoli nell’ultimo anno inerenti gli argomenti di cui parla l’assessore Vacca ma in nessuno di essi ci sono attacchi all’assessore o riferimenti personali, non è così che ci si mette al servizio dei cittadini.
La pubblicità e la “fama” che quest’amministrazione pensa di avere attraverso i social (non luoghi di puro fumo e scarso o nullo contenuto) non ci interessano.
Ci interessa informare i cittadini e denunciare le inadempienze e le “fregature” quotidiane che ognuno di noi è costretto a subire quando chi governa non dimostra di avere l’obiettivo del bene comune e della legalità.
Non vogliamo dilungarci e approfittare degli spazi ma siamo costretti, per chiarezza nei confronti dei lettori e dei cittadini, a riprendere, punto per punto, ognuno dei casi da noi presi in esame in cui purtroppo, con documenti alla mano, come è sempre stato nel nostro stile, possiamo mostrare e denunciare le reali falsità di questa amministrazione nella sua interezza. Eravamo pronti al confronto richiesto dall’assessore Vacca e lieti di poter dialogare in modo chiaro ma lui stesso l’ha pubblicamente annullato.
Queste pagine ospiteranno quindi, nei prossimi giorni, gli articoli su ognuno dei casi. Gradiremmo però non ricevere sarcasmi ulteriori dal sindaco e dagli assessori di questa amministrazione attraverso giornali e social, abbiamo tutti bisogno di serietà e non di battute da talk show. Già in passato ho ritirato denunce diffamatorie e sono stato comprensivo, non sarà sempre così se permarrà questo stile.
Il nostro lavoro e la nostra vita privata non stanno negli atti e nel lavoro amministrativo della città quindi non sono argomento di un dialogo politico.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa