Politica Soverato
Menu

Politica Soverato

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Volley Soverato domina ed espugna Orvieto

Zambelli Orvieto. 1
Volley Soverato 3

Parziali set: 26/28; 21/25; 30/28; 12/25

ZAMBELLI ORVIETO: Quiligotti (L), Mucciola, Angelini, Montani 14, Ciarrocchi 7, Cecchetto (L), Bussoli 2, D'Odorico 18, Stavnetchei 5, Prandi 2, Kantor ne, Venturini 1, Decortes 14. Coach: Matteo Solforati

VOLLEY SOVERATO: Boriassi 7, Formenti, Napodamo (L), Aricò 20, Boldini 5, Hurley 24, Barbiero ne, Guidi 4, Tanase 18, Saccani ne, Mangani ne, Riparbelli 1. Coach: Bruno Napolitano

ARBITRI:

DURATA SET: 30', 25', 34', 23'. Tot 1h52'

MURI: Orvieto 11, Soverato 11

IMG 20181118 WA0045Spettacolo Soverato. La squadra di coach Bruno Napolitano sbanca Orvieto e al "Pala Papini" supera per tre set a uno le padrone di casa della Zambelli Orvieto, squadra imbattuta prima di questo turno. È stato un Soverato superlativo che ha deliziato il pubblico presente sugli spalti, sfoderando una prestazione di alto livello contro una squadra costruita per la promozione in A1. Con questo successo, Soverato sale a quota diciotto, superando le umbre e portandosi a meno uno dalla capolista Mondovì. Passiamo al match. Zambelli Orvieto in campo con Prandi al palleggio e Decortes opposto, al centro Montani e Ciarrocchi, schiacciatrici D'Odorico e Stavnetchei, libero Cecchetto. Risponde Soverato con Boldini in regia e Aricò opposto, Boriassi e Guidi al centro, schiacciatrici Hurley e Tanase con Napodano libero. Inizia il match con le due squadre che giocano punto a punto, studiandosi in questa prima fase della gars; sul 12-12 Soverato prova ad allungare 12-14 e più avanti le ragazze di coach Napolitano si portano sul più tre, 17-20, con le umbre comunque che non vogliono mollare. Infatti, la Zambelli riporta tutto in parità 20-20 con la partita che si mantiene bella ed equilibrata. Passa avanti Orvieto 22-21 ma è di nuovo parità 23-23 con il primo set point per le umbre sul 24-23; Soverato annulla e dopo averne chiuso altri due a Decortes e compagne, le calabresi alla prima opportunità chiudono il parziale 26/28. Nel secondo set parte bene la Zambelli che si porta sul 7-3 con le ragazze di Napolitano decise a non mollare. Recupera il Soverato e passa a condurre 14-16. Soverato gioca meglio in questa fase del set e allunga fino al 17-23 con Orvieto che recupera tre punti, 20-23, con time out per le calabresi che al rientro guadagnano quattro set point, 20-24. La Zambelli annulla il primo ma ci pensa Hurley a chiudere 21/25 il secondo set. Sotto di due parziali le ragazze di coach Solforati non ci stanno ed il terzo set vede, nella prime battute, le due compagini vicine nel punteggio, 5-4, con scambi piacevoli da seguire per il pubblico presente sugli spalti. Allunga Orvieto sul 17-13 e coach Napolitano chiama time out; Soverato accorcia a meno due, 20-18, e coach Solforati chiama time out. Continua a spingere Soverato che riagguanta la parità, 20-20. Finale di set emozionante con Soverato e Orvieto che arrivano sul 24-24 dopo che le locali hanno avuto una palla set. Ai vantaggi, le calabresi hanno due volte l'opportunità di chiudere set e partita ma le umbre annullano i match point e riescono a vincere il parzialeparziale 30/28. Partita dunque riaperta nel.computo set con le ospiti di coach Napolitano che partono meglio nel quarto gioco, passando a condurre 4-8. Aumenta il diatacco tra le due squadre con Soverato che si porta sul più otto, 4-12 e Orvieto tenta il recupero. Spinge forte adesso la compagine calabrese che doppia le lpocali, 10-20, e vola verso la vittoria. Soverato domina in campo e chiude il match 12/25 conquistando tre punti pesanti e importanti su un campo difficile. Anche ad Orvieto si è vista una.squadra determinata e vogliosa di raggiungere importanti risultati.

Montepaone, aveva occultato lo stupefacente nel frigo: arrestato 40enne

Materiale sequestrato 3Nel corso del week-end, i Carabinieri della Compagnia di Soverato hanno eseguito un mirato servizio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope, con particolare riferimento alla fascia costiera soveratese. Nella circostanza, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno eseguito una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di B.D., 40 enne incensurato di Montepaone; lo stesso, nell’immediatezza, ha ammesso di detenere sostanza stupefacente e di averla coltivata personalmente, consegnando 5 contenitori e diverse bustine, contenenti circa 100 grammi di marijuana, oltre a un cospicuo numero di semini di cannabis. Tuttavia, gli operanti, insospettiti dall’atteggiamento del prevenuto, hanno proseguito ugualmente le attività di ricerca, rinvenendo ulteriori due involucri in cellophane contenenti 100 grammi della medesima sostanza, occultati rispettivamente all’interno di un frigo e dello studio. Il suddetto materiale è stato sequestrato, mentre il soggetto è stato tratto in arresto e ristretto in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida. La Prima Sezione Penale presso il Tribunale di Catanzaro ha convalidato l’arresto, senza disporre ulteriori provvedimenti nei confronti del soggetto. Nel medesimo contesto, i Carabinieri della Stazione di Gasperina hanno deferito in stato di libertà un 40enne domiciliato a Copanello, con precedenti specifici, poiché, a seguito di perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di 5 grammi di marijuana, occultata all’interno della cucina della propria abitazione.

Stalettì, doppia festa per il Santo Patrono e per i 16 anni di sacerdozio del parroco

don roberto corapiSTALETTI’ - Festa del patrono San Gregorio Taumaturgo, a Stalettì, nel segno della comunione e del ringraziamento per il dono del sacerdozio, per il 16° anniversario dell’ordinazione sacerdotale dell’arciprete don Roberto Corapi. Convento gremito di fedeli, giunti anche dalle zone limitrofe, con il sindaco Alfonso Mercurio, che ha consegnato la chiave della città al santo. Subito dopo ringraziamento ai Frati Minori, rappresentati da padre Giovanni, ai 15 sindaci del comprensorio, ai rappresentanti politici regionali e provinciali e all’arciprete don Roberto. Mercurio si è rivolto al parroco con parole affettuose, augurando «un buon cammino sacerdotale in mezzo a noi, che abbiamo bisogno di voi, guida sicura e gioiosa, di pastore che sta in mezzo alla gente». «La consegna della chiave - ha poi spiegato don Roberto - è la consegna della nostra comunità a San Gregorio, che vuole aprire la porta del nostro cuore. Spalanchiamo le porte a Gesù sempre». Padre Giovanni, rappresentante dei Frati Minori di Catanzaro, nel corso dell’omelia, ha voluto ribadire l’amore che dobbiamo avere per Gesù sempre, «un amore che ti dà la possibilità di perdonare: senza amore, non c’è perdono». Poi rivolto ai sindaci, ha sottolineato il servizio, dono per stare in mezzo alla gente che ha bisogno. Anche padre Giovanni ha voluto augurare a don Roberto ogni bene nel Signore nel 16° anniversario di sacerdozio. Don Roberto, al termine, ha ringraziato il sindaco Mercurio, l’amministrazione comunale, i sindaci presenti, i rappresentanti politici, i carabinieri di Gasperina, i confratelli e i suoi genitori. «Il 16 novembre 2002, alle ore 17,40 – ha affermato - mentre voi eravate qui ad onorare San Gregorio, io ero nella cattedrale di Catanzaro, prostrato a terra nell’ordinazione sacerdotale. San Gregorio dopo un anno mi ha voluto qui a Stalettì per guidare questo popolo che amo».

Carmela Commodaro

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa