Dal "centro natatorio" al "Piano spiaggia" di Raffaele Mancini
Menu

Dal "centro natatorio" al "Piano spiaggia" di Raffaele Mancini

Dal "centro natatorio" al "Piano spiaggia" di Raffaele Mancini - 3.0 su 5 basato su 4 voti

Raffaele ManciniConsiderato che Antonello Gagliardi ha recentemente riportato sulla stampa un botta e risposta,non certo amichevole,fra me e Taverniti,sul” Piano Spiaggia”,mi sembra opportuno,prima che sia mistificata l’ennesima verità, dire quanto accadde negli anni in cui amministravo Soverato.

Per redigere il PIANO SPIAGGIA l’ufficio Tecnico nominò un progettista,esterno all’ente,che svolse la sua opera e fu pagato.

Dopo il deposito del progetto però la Regione Calabria approvò una nuova legge regionale(P.I.R) per cui fu necessario adeguare il progetto alle nuove norme.

L’adeguamento del progetto fu assegnato dal comune all’ing. Leonardo Taverniti,da poco nominato dirigente dell’ufficio urbanistica,nel rispetto dei principi di economicità ed efficienza ( la parcella di un tecnico interno all’Ente è ridotta rispetto a quella spettante ad un professionista “esterno” all’Ente).

L’ing. Taverniti consegnò il suo progetto e fu pagato. Il progetto del Piano spiaggia fu quindi adottato dal consiglio comunale.

Non mi risulta che nessun atto successivo abbia rettificato od annullato quella delibera di consiglio,per cui ad oggi il Comune è dotato di un progetto esecutivo,addirittura validato dal consiglio comunale.

Ne viene da sè che se il Comune,oggi, è in possesso di un progetto esecutivo per il piano spiaggia non può assegnare un nuovo,oneroso,incarico di progettazzione per lo stesso progetto!

Al massimo,se sono intervenute nuove esigenze,si può, solo dopo aver rettificato la delibera di consiglio con una delibera commissariale, dare un nuovo incarico per l’integrazione del progetto già approvato dal consiglio comunale.

Quindi se fosse stato necessario conferire un incarico progettuale di adeguamento delle tavole planimetriche,visto che il consiglio comunale,successivamente all’adozione del Piano Spiaggia aveva concesso l’area demaniale per la realizzazione dei un porto turistico-peschereccio sull’arenile di Soverato Sud,solo il commissario prefettizio solo,in quanto ha I poteri del sindaco,della giunta e del consiglio,avrebbe potuto deliberare al proposito.

Infatti l’incarico dato direttamente da un dirigente comunale,oltretutto contro la volontà espressa da un consiglio comunale,è atto arbitrario ed illegittimo.

Scrivo tanto per evitare spese per inutili progettazioni,così come è avvenuto già a Soverato negli anni passati e non certo delle mie amministrazioni.Al proposito ricordo che il 9 settembre 2006,nella stessa seduta consiliare,fummo costretti a riconoscere prima e pagare dopo un debito di 76.620,32 € all’ing.Papaleo ed agli eredi Malafarina ed un secondo debito di 65.387,20 € all’architetto Mazzanobile.

I primi erano stati incaricati, con delibera di giunta comunale n.931 del 1987,a progettare un”centro sportivo con annesso centro natatorio a Soverato Superiore”,mentre il secondo,con delibera di giunta comunale  n.597 dell’1-6-1982( addirittura 25 anni prima!),veniva incaricato per la progettazione di “una palestra polivalente”.
A Soverato nel 2006 non esistevano nè “il centro natatorio”,nè la “palestra polivalente”,ma fummo costretti il 9 settembre 2006,a seguito di sentenze, a pagare 142.000.52 € per progetti inutilizzati ed oramai inutilizzabili.Non vorrei che oggi la storia di assegnare progetti inutili si ripetesse!Il Piano spiaggia ha già richiesto un incarico di progettazione ed un incarico di adeguamento della stessa progettazione.Un terzo incarico deve essere fortemente motivato,altrimenti sarebbe un vero sperpero di denaro pubblico.

Raffaele  Mancini

Già sindaco di Soverato

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa