I socialisti e la candidatura a sindaco di Pino Nucera
Menu

I socialisti e la candidatura a sindaco di Pino Nucera

I socialisti e la candidatura a sindaco di Pino Nucera - 2.3 su 5 basato su 4 voti

Palazzo di Città SOVERATOTrovandomi lontano dalla Calabria per motivi personali, leggo solo ora, al mio rientro, la nota del Pd di Soverato del 4 di giugno e mi guardo bene dal prendere parte ad uno scontro dialettico (per usare un eufemismo!) tra componenti dello stesso partito, che non fa onore a nessuno. E’ però mio dovere ricordare – in quanto principale promotore, insieme ad altri autorevoli compagni del Psi – la genesi e la nascita della lista socialista che all’epoca richiamata indicò in Pino Nucera il candidato a Sindaco di Soverato, in aperta contrapposizione al candidato pedalatore Claudio Rombolà e al candidato del centro-destra Raffaele Mancini, che poi vinse le elezioni amministrative.
Noi socialisti avevamo già indicato i due nominativi da inserire nella lista di Rombolà ma la sera prima della presentazione ci venne inopinatamente comunicato che altri e non i nostri (a causa evidentemente di gravissime ed inaccettabili interferenze esterne) avrebbero rappresentato la nostra forza politica nella “squadra” di Rombolà. Prendemmo ovviamente le distanze, e in piena notte e con non poche difficoltà, e dopo che lo stesso Mancini con una operazione dai contorni ancora oscuri ci aveva “sfilato” il candidato a sindaco che si era dichiarato disponibile a guidare la nostra lista (Vittorio Sica, poi premiato con l’assessorato nella Giunta Mancini!), riuscimmo a trovare gli uomini e le donne e il candidato sindaco da mettere in campo per una battaglia autonoma e dalla forte connotazione ideale.
Pino Nucera si distinse per il coraggio delle sue posizioni e per la limpidezza della proposta politica dei socialisti di Soverato e non fu, come erroneamente e ingiustamente sostenuto dal Pd, “battuto, bastonato, spazzato via, asfaltato...”, perché per soli 60 voti non conquistò il seggio. Se allora i socialisti fossero entrati in Consiglio, forse oggi racconteremmo un altro capitolo della storia di Soverato. Quanto all’attualità della vicenda politica locale, mi riservo commento e riflessioni ad altra occasione.

Pietro Melia

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa