Incontro del Club Forza Silvio di Soverato sulla conurbazione
Menu

Incontro del Club Forza Silvio di Soverato sulla conurbazione

Incontro del Club Forza Silvio di Soverato sulla conurbazione - 3.7 su 5 basato su 9 voti

Club Forza Silvio - conurbazione 1SOVERATO - Il Club Forza Silvio "Il sole in tasca" di Soverato ha tenuto questo pomeriggio al Miramare un incontro incentrato sulla nostra realtá territoriale e la nostra cittadina, focalizzando l'attenzione sull'importanza della collaborazione tra comuni in un momento di difficoltà finanziaria. Il titolo del convegno era infatti "La conurbazione e la nostra realtà territoriale: un'opportunità politica e sociale".
A moderare i "lavori" è stato Pietro Melia che, introducendo i relatori, ha sottolineato come, in questo contesto storico, anche le forze politiche a livello nazionale si sono dovute incontrare per unire le forze e far fronte alla crisi. "L'argomento di stasera è appunto la conurbazione - ha affermato Melia - che, soprattutto per i piccoli comuni, diventa necessaria per cercare di ottimizzare le spese e le forze e riuscire ad avere servizi più efficienti."
Parola poi al dott. Giuseppe Messina, esponente storico di Forza Italia a Soverato, che ha subito evidenziato come, "anche se ci sono le 'insegne' di Forza Italia noi in realtà vogliamo dare a tutti l'opportunità di uscire dal 'letargo' che si è venuto a creare, infatti abbiamo invitato anche esponenti di associazioni proprio perché, in un momento delicato come questo, non ci si può tirare fuori e poi prendersela con la politica. Tutti – ha continuato - dobbiamo collaborare per il bene comune. Noi abbiamo fondato e voluto chiamare questo club 'il sole in tasca' proprio per avere una spinta propositiva e di ottimismo. Noi diciamo che tutti coloro che vogliono impegnarsi lo possono fare, confrontandoci ed ascoltando le idee di tutti, al di là dell'orientamento politico.
La conurbazione è per noi un fattore necessario e indispensabile – ha concluso Messina - unireClub Forza Silvio - conurbazione 2 le forze in questo momento è fondamentale. La conurbazione sarà senz'altro nel programma di una futura lista che eventualmente si andrà a comporre per le prossime elezioni amministrative."
E' intervenuto successivamente l'ex sindaco di Soverato, Leonardo Taverniti, che si è posto, ed ha posto alla platea, subito un interrogativo: Qual è il problema della Calabria? "A mio avviso la mancanza di coesione – ha affermato – e ciò affligge alcuni territori in maniera più pesante. Ancora non si è presa coscienza del fatto che sia necessario stare assieme. Il soveratese è un'area forte o no?" – si è chiesto.
"Di fatto – ancora Taverniti - non c'è neanche un consigliere regionale a rappresentare il comprensorio soveratese. Se noi relazioniamo il tutto in termini di numeri, le cose cambiano: siamo poco meno di 90.000 utenti su quest'area, il comprensorio di Lamezia, ad esempio, conta poco meno di 100.000 unità, però è molto rappresentato in tutti gli enti pubblici. Noi paghiamo le conseguenze di una politica assente nel nostro territorio, e ciò si vede anche con la situaizone critica del nostro ospedale. Quindi – ha concluso - il problema fondamentale è quello di prendere coscienza del fatto che bisogna creare un'identità di questa area del soveratese, si necessita di un Piano strutturale associato. Noi ci dobbiamo relazionare per arrivare a definire l'identità di questo territorio e farlo valorizzare nella realtà politica e sociale della nostra regione."
Dopo questi brevi interventi, la parola è passata ai relatori, ed il primo a relazionare è stato il dott. Orlando Donato, agronomo del Settore Sviluppo del Territorio dell'Unione dei Comuni del Versante Ionico. "Innanzitutto vorrei fare un plauso al dott. Messina e a tutti gli altri per aver promosso un incontro su un tema di grande importanza come la conurbazione. Se ne parla da almeno una decina d'anni di conurbazione – ha affermato - che è una forma di associazionismo intercomunale, per sviluppare funzioni e servizi amministrativi. L'Unione di Comuni, le convenzioni e gli accordi di programma, sono gli strumenti per attuare tutto ciò, ovvero per unire le forze. Le Unioni dei Comuni rappresentano un modello straordinario ed innovativo per procedere alla loro costituzione, soprattuto per i piccoli comuni che così possono unire le forze. Ci tengo a specificare – ancora Donato – che le Unioni non riguardano solo le funzioni e i servizi ma, costituendo un nuovo soggetto giuridico, accedono anche a risorse finanziarie, oltre a fornire servizi più qualificati ed efficienti ai cittadini." Le relazione dettagliata di Donato ha consentito di capire anche in maniera un po' più tecnica cosa significa conurbazione, sull'esempio dell'Unione dei Comuni del Versante Ionico appunto.
Club Forza Silvio - conurbazione 3Altro relatore interventuo è stato Vincenzo Larocca, dell'Area Finanziaria e Direzione Tecnica dell'Unione dei Comuni del Versante Ionico.
Larocca ha puntato l'attenzione principalmente sull'importanza che può rivestire la conurbazione per un territorio anche come Unione, in quanto, venendo sempre meno i trasferimenti dallo Stato centrale, è necessario unire le forze anche dal punto di vista finanziario oltre che giuridico, per cercare di sopperire a questa situazione critica per i comuni, soprattutto quelli più piccoli.
Da qui in poi, si è aperto un dibattito tra i presenti, che sono stati invitati ad intervenire in merito alla conurbazione e non solo.
Sandra Tassoni, presidente del Soroptimist di Soverato, nel suo breve intervento, ha sottolineato di aver accettato l'invito a partecipare a questo incontro in quanto si discuteva di una problematica d'interesse comune, importante per il nostro territorio.
Antonio Pellegrino, uno dei giovani appartenenti al Club Forza Silvio, nel suo intervento ha parlato di conurbazione come risorsa anche in termini turistici, utile a creare nuove strutture ricettive e servizi più efficienti.
Anche il segretario soveratese dell'Udc, Francesco Manti, invitato all'incontro, nella sua breve riflessione, riferendosi alla politica, ha rimarcato l'aspetto secondo il quale i giovani, con delle competenze e la necessaria passione, possono partecipare attivamente alla vita politica del nostro territorio e prendere in mano la situazione.
Altri interventi si sono susseguiti, ed alla fine si è specificato che ci saranno altri appuntamenti che il Club Forza Silvio organizzerà per analizzare ulteriori tematiche importanti per il futuro sviluppo di questo territorio.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa