Le grandi lezioni di Mancini
Menu

Le grandi lezioni di Mancini

Le grandi lezioni di Mancini - 4.4 su 5 basato su 9 voti

tavernitiRiceviamo e pubblichiamo la missiva del Sindaco di Soverato, Ing. Leonardo Taverniti:

Che oggi Mancini viva uno stato di grande prostrazione è cosa risaputa.

Che questo sia dovuto alla frustrazione derivante dagli innumerevoli insuccessi elettorali patiti da Mancini -non ultimo quello delle amministrative 2011- è cosa nota a tutti.

Che tutto poi sia aggravato dall'indifferenza che i cittadini di Soverato hanno riservato a Mancini relegandolo alla solitudine è cosa conclamata.

Che il povero Mancini sia alla ricerca di visibilità per uscire dalla sua solitudine è cosa palese. Cerca di farlo rilasciando dichiarazioni a ripetizione per tentare miserevolmente di addossare ad altri la responsabilità delle sue malefatte che hanno dilaniato la nostra Soverato sotto ogni profilo. Ma purtroppo per lui la verità è sotto gli occhi di tutti e non saranno le sue chiacchiere che potranno cambiarla. Intanto fa finta di non sapere quali debiti ha lasciato: si aggrappa disperatamente ai 60.000 euro di disavanzo del conto consuntivo. Ma che ci dice del debito di Sorical ( 3.5 mln ) dal 2007?

E di quello per energia elettrica di 1.8 mln ( € 800.000 di Edison, € 400.000 di Eon, € 600.000 di Enel ) dal 2009?

E delle tante fatture non pagate ai fornitori per diversi milioni di euro?

Eppure, di tutto ciò, ci sono le determine di liquidazione dei vari settori, dove si citano i relativi capitoli di bilancio, ma i soldi dove sono andati a finire? In quest'ultimo periodo, dando fondo ad ogni riserva di buon senso, ho volutamente evitato di considerare le fantasiose teorie di Mancini: ma, visto che insiste, che ne direbbe Mancini se facessimo chiarire la situazione economica dell'ente dalla Procura della Corte dei Conti?

Io non ho nulla da temere! Ulteriormente argomentando sulle elucubrazioni di Mancini preciso su alcuni temi. 

Riscaldamento nelle scuole: Mancini nel dare corso alla sua amministrazione creativa ha omesso di pagare le fatture del gas da riscaldamento del 2009, 2010 e 2011 ( aprile). Oltre a questo il distacco ad opera di Enel Energia è avvenuto perché il nostro a questa società non solo non ha pagato le fatture del gas ma anche tutte quelle della corrente dell'acquario ( € 5.000/mese di media), sua creatura prediletta. Noi, nonostante tutto, siamo riusciti a riattivare il servizio.

Teatro comunale: Mancini aveva fatto una delibera per affidare all'esterno la gestione del teatro a particolari condizioni. Per l'incarico il gestore doveva percepire dal Comune di Soverato, oltre alle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, € 40.000/annui, insieme ad altre prebende. Al gestore andavano anche i canoni di utilizzazione del teatro ( € 400 /€ 800 al giorno). Al comune il gestore versava per un anno la notevole somma – sentite, sentite – di € 1.000=: un grande affare, non c'è che dire!

Sul bilancio: su questo argomento il nostro si supera. Quando ha approvato Mancini lo schema di bilancio di previsione? Il 4 maggio 2011 con delibera G.M. n.104. Altro che gennaio, altro che velocità!

Sui rifiuti: Mancini ha protratto la gara per l'affidamento del servizio, ormai scaduto, per 3 anni, dal 2008, senza mai arrivare al bando. Come mai? E che dire del favoloso conguaglio di fine 2010 per € 160.000=! Come mai la raccolta differenziata , finanziata dalla Regione, non è mai partita?

Alienazione del terreno: il sindaco è responsabile del controllo dell'attività dei responsabili di servizio, cosa omessa da Mancini. Infatti il nostro era ed è ben consapevole del valore dei terreni di Soverato se è vero che tre anni prima aveva ceduto terreni a cooperative al prezzo di €/mq 100,0= e che per il terreno di fronte al teatro era stato offerto un prezzo di €/mq 380,0=. E allora come mai Mancini a distanza di alcuni anni svendeva un terreno di particolare pregio come quello di fronte la cupola geodetica a €/mq 68,0= ? A che pro?

Organizzazione comune: come mai Mancini dimentica di aver moltiplicato a dismisura il numero dei settori causando un poderoso aumento di spesa del personale senza garantire il dovuto miglioramento dei servizi? Per semplice clientela, visto il ripetersi di campagne elettorali a cui lo stesso ha partecipato, uscendone sistematicamente sconfitto.

E come ulteriore esempio della qualità della sua politica giova ricordare lo spostamento all'acquario di almeno 7 unità del servizio di manutenzione, lasciato scoperto. Perché? Per clientela: c'erano le elezioni comunali del 2011. Potrei andare ancora molto oltre, ma per una questione di stile preferisco evitare e dedicarmi al lavoro silenzioso che con i miei consiglieri sto portando avanti nell'esclusivo interesse della città di Soverato. I frutti, si può stare certi, si vedranno a tempo dovuto. 

Quanto a Mancini: si vergogni e taccia! Su di lui scenda l'oblio.

Il Sindaco

Ing. Leonardo Taverniti

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa