Piano Spiaggia di Soverato, il Comune fa "dietro front"
Menu

Piano Spiaggia di Soverato, il Comune fa "dietro front"

Piano Spiaggia di Soverato, il Comune fa "dietro front" - 1.0 su 5 basato su 1 voto

comune di soveratoSOVERATO - Con il provvedimento, pubblicato oggi sull'albo pretorio del Comune di Soverato, l'Ufficio Tecnico Comunale revoca la propria determina n.209 del 26 luglio 2013 con la quale dava incarico all'Arch. Gennaro Procopio di redigere il Piano Spiaggia. La delibera citata era stata seguita da numerose polemiche (leggi) circa l'esistenza di diversi elaborati, con relative progettazioni saldate, più volte bocciate dagli organi superiori. Lo stesso provvedimento odierno ripercorre la strada travagliata del provvedimento:

  • nel 2004 il Comune affida la redazione del Pcs (piano comunale spiaggia) all'Arch. Margherita Delfino. Il piano redatto e regolarmente saldato con le casse comunali non sarà mai adottato in virtù delle modifiche che saranno apportate alla legislazione regionale nel dicembre 2005;
  • nel 2007 si ritorna alla carica con l'incarico conferito all'allora "Capo" dell'Ufficio Tecnico Leonardo Taverniti anch'egli regolarmente retribuito;
  • nel 2008 una nota della Regione chiarisce le linee da seguire per la redazione del Pcs e nello stesso anno il consiglio comunale adotta il Pcs redatto.
  • il Tar della Calabria sospende l'adozione del piano spiaggia per "vizi di carattere formale sulla convocazione del consiglio comunale".
  • sempre nel 2008 a dicembre veniva conferito all'Arch. Procopio l'incarico di integrare il Pcs già pronto e "graficizzare le osservazioni per ottenere il via libera del consiglio comunale";
  • - nel gennaio 2009 il consiglio comunale adottava il Pcs sanando il vizio di forma contestato dal Tar;
  • il 19 marzo 2009 il Pcs veniva reso pubblico per le eventuali osservazioni e/o Opposizioni
  • ad aprile 2009 veniva convocata la "conferenza dei servizi" al fine di acquisire il nulla osta necessario alla definitiva approvazione del Pcs.
  • sempre nel 2009 viene individuata l'area per il porto turistico attualmente occupata dal depuratore.
  • nel 2009 l'Ing. Leonardo Taverniti si dimette da responsabile del V° settore. Viene  a mancare di fatto il tecnico incaricato per il completamento delle fasi accessorie per l'ultimazione dell'iter di approvazione.
  • Seguono due inviti da parte della Regione di integrazione e chiarimenti sul Pcs presentato, e si arriva ai giorni nostri con il commissario che, secondo il provvedimento, non ha emesso alcun atto di indirizzo per la redazione o eventuale riformulazione del piano spiaggia precedentemente adottato. 

Oggi viene revocato l'incarico all'architetto Procopio e si torna, come per magia, all'inizio della corsa.

 

 

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa