Presentato il concorso di idee "rigenera Soverato"
Menu

Presentato il concorso di idee "rigenera Soverato"

concorso di idee corso e piazza 1SOVERATO – “Rigenera Soverato” è il concorso di idee per la riqualificazione architettonica e urbana di Corso Umberto I, Piazza “Maria Ausiliatrice” e vie limitrofe presentato questa mattina nella sala consiliare “B. Manti” dall’amministrazione comunale di Soverato.
Ciò, al fine di intraprendere un nuovo percorso che mira ad un dibattito partecipativo sulla città stessa; una “vision” strategica all’interno di un processo di azioni mirate al recupero e allo sviluppo di parti di città per realizzare spazi urbani vivibili ed innescare, al contempo, nuove potenzialità finalizzate anche al rilancio dell’economia, come affermato dagli amministratori in conferenza stampa.

Presenti infatti, oltre al sindaco Ernesto Alecci, l’assessore ai Lavori Pubblici, Daniele Vacca, il vice sindaco con delega agli Affari Legali ed Attività Produttive, Pietro Matacera, ed il consigliere con delega a Turismo, Cultura e Spettacolo, Emanuele Amoruso.

Proprio il primo cittadino, ha aperto i lavori ricordando che, dopo quasi due anni, “siamo qui a parlare di riqualificazione di Corso Umberto I che era un nostro obiettivo concorso di idee corso e piazza 2già nel programma elettorale e che rimane il ‘salotto invernale’ per la città. La mancanza di ammodernamento del Corso principale di Soverato e la crisi hanno un po' indebolito il commercio soveratese negli anni. L’obiettivo – ha proseguito – è offrire una città più bella ed accogliente ed abbattere le barriere architettoniche che complicano la possibilità di percorrere il corso ai pedoni. Abbiamo pensato d’integrare il modello di riqualificazione di Corso Umberto I con quello di Piazza ‘Maria ausiliatrice’, perchè anche questa piazza ha bisogno di essere riqualificata. Mi auguro infatti che – ancora Alecci - anche questa piazza, dopo una riqualificazione, possa tornare ad essere popolata, anche se non è stato solo questo il problema dello spopolamento della piazza nell’ultimo decennio. Per questo concorso di idee – ha concluso – che non avrà grande capacità finanziaria (ma abbiamo fatto il massimo possibile), speriamo ci sia ampia partecipazione, così da pubblicare i progetti che arriveranno per poi discuterli con la cittadinanza.”

L’assessore Vacca, prendendo la parola, ha affermato che “questo concorso di progettazione di idee, arriva dopo gli studi a livello urbanistico effettuati in città e rappresenta un momento di confronto perché la riqualificazione di Corso Umberto I diventa fondamentale per la città. Con questo concorso – ha proseguito - intitolato ‘rigenera Soverato’, intendiamo creare delle attrattive turistiche portando avanti anche il discorso legato al porto. Un’opera strategica per il comune di Soverato e, attraverso i dibattiti, creeremo un confronto con la città. Ringrazio l'architetto Anna Corrado e l'Ufficio Tecnico – ancora Vacca - che hanno supportato questa iniziativa. Puntiamo sulla qualità ed invito i colleghi professionisti di Soverato e del comprensorio a prendere a cuore questa iniziativa affinché possano venire fuori dei progetti interessanti. Ricordo che la data di scadenza concorso di idee corso e piazza 3delle proposte è quella del 12 maggio e oggi stesso sarà pubblicato sul sito del comune.”

Parola poi all’architetto Anna Corardo che, grazie all’ausilio di alcune slides, ha spiegato, in linea generale, ciò che prevede questo concorso di idee. “Grazie all'amministrazione comunale – ha esordito - perché non è facile organizzare queste iniziative e garantire la vittoria delle idee. L'utilità del concorso è rappresentata dalla possibilità di essere partecipi della destinazione urbanistica della propria città, uno strumento che consente discussione e condivisione. Preparare il concorso è stato interessante per la connessione del lungomare con Corso Umberto I. Bisogna cercare – ha spiegato - delle sinergie tra il Comune e gli altri enti ed associazioni per affrontare un progetto per porre le basi per un rilancio sociale ed economico della città. La partecipazione è aperta a tutti e sarà pubblicato su tutti i siti di architettura non solo italiani ma europei. A giugno ci sarà la presentazione del progetto per poter visualizzare i risultati ed iniziare la fase di discussione in città.”

L’architetto Anna Corrado ha poi spiegato la definizione delle aree del concorso, ovvero la riqualificazione di Corso Umberto I e vie di connessione verso il lungomareconcorso di idee corso e piazza 4 (via San Martino e via Poliporto), per far vivere il corso anche d'estate. Attraverso le slides, sono state anche sottolineate le “potenzialità della città dal punto di vista ambientale e dal recupero degli spazi si possono capire queste potenzialità. L'idea dell'amministrazione comunale – ancora l’archiettetto Corrado - è quella di pedonalizzare il corso con una zona a traffico limitato, e ciò potrebbe avvenire alternativamente per uno dei tratti del corso in base anche alle esigenze ed alla programmazione. Via Poliporto e via San Martino sono integrate in questo progetto – ha affermato – e creano un reticolo connettivo, così com'è necessario riconnettere Piazza ‘Maria Ausiliatrice’ alla vivacità della città.”

Infine, si è passati al riepilogo delle indicazioni progettuali, le connessioni visuali e il verde urbano che riveste una grande importanza “e noi – ha spiegato - in questo progetto lo abbiamo sottolineato perché fa parte dello scenario urbano, e deve essere presente non solo sull'area del lungomare. Ci auguriamo che queste indicazioni siano stimolanti per i colleghi.”

In chiusura, ha preso nuovamente la parola il sindaco Alecci, spiegando che, per quanto riguarda la Commissione, “c’è l’intenzione di arricchirla con professionalità differenti, e non solo con i tecnici, in modo tale che venga valutato, in un certo senso, da tutta la cittadinanza. Ricordo che la villa comunale, all'epoca ideata dal sindaco Gianni Calabretta, adesso che è stata riqualificata è pure popolata ed è diventato centro di aggregazione per tanti bambini. Ci ricolleghiamo quindi anche a questo intervento – ancora il sindaco Alecci - per Corso Umberto I e Piazza ‘Maria Ausiliatrice’, la riqualificazione in tal senso, può essere uno stimolo importante. Il verde nel contesto dell'arredo urbano è una cosa molto seria e va realizzato con prospettiva futura – ha concluso - per non creare in futuro problemi alle strade per via delle radici. Puntiamo molto, quindi, sulla professionalità dei tecnici.”

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa