Presentato il Piano Spiaggia comunale di Soverato
Menu

Presentato il Piano Spiaggia comunale di Soverato

Presentato il Piano Spiaggia comunale di Soverato - 3.8 su 5 basato su 4 voti

presentazione Piano Spiaggia 1SOVERATO – E' stato presentato questo pomeriggio nel corso di una conferenza-stampa tenutasi nella sala-giunta di Palazzo di Città, il Piano Spiaggia comunale di Soverato, completato su indirizzo del Commissario straordinario, dott.ssa Maria Virginia Rizzo, recependo le indicazioni degli organi competenti. Il Commissario Rizzo, in apertura dei lavori, alla presenza anche dell'addetto-stampa Dario Macrì, ha sottolineato come ci sia voluto del tempo per cercare di mettere a punto in ogni dettaglio il tutto, in vista dell'invio dello stesso Piano agli enti competenti che dovranno accertare la conformità dei requisiti richiesti. Il Piano Spiaggia verrà infatti inviato all'Agenzia del demanio, alla Regione, alla Provincia - settore ambientale e urbanistico, alla Sovrintendenza per i beni paesaggistici ambientali, all'Asp di Catanzaro, alla Capitaneria di porto di Soverato, al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ed all'Agenzia delle Dogane.
"E' stato un lavoro meticoloso quello che abbiamo svolto durante quest'anno – ha detto il Commissario - prestando attenzione anche ai dettagli in base a ciò che avevano richiesto gli enti. Ho deciso di non fare la delibera – ha continuato - perché lo ritengo un atto politico e lo voglio consegnare alla prossima amministrazione comunale, è una mia scelta e l'ho voluto fare perché trattandosi di una cosa delicata, è giusto che sia chi qui ci vive a procedere poi agli atti richiesti. Si tratta di un'azione di completamento, ed abbiamo mantenuto le linee fondamentali dell'arenile.
D'accordo con l'architetto Procopio – ancora la Rizzo - abbiamo dato attenzione alla partepresentazione Piano Spiaggia 2 superiore dell'arenile, alla riutilizzazione delle aeree demaniali, alla fruibilità, anche attraverso privati, di aree inutilizzate ed inaccessibili sin qui, dando massimo valore alle caratteristiche ambientali."
Il Commissario ha poi evidenziato come si sia pensato a servizi come edicole, punti di ristoro ed informazione turistica, garantendo alle fasce più deboli oltre 72.000 mq (prima erano un terzo in meno) di spiaggia libera per la fruizione. Ciò, al fine di sfruttare questo Piano per creare un indotto turistico non solo per la stagione balneare, con la previsione dell'area dedicata ai camper in una parte della pineta a sud. Inoltre, a monte dell'arenile, sono previsti oltre 95.000 mq di aree verdi attrezzate, di cui circa 70.000 nella zona Corvo. L'area della capitaneria valorizzata con due chioschi per attività commerciali ed informative e, per i diversamente abili, sono previste 5 rampe distribuite lungo tutto il tratto di costa.
"In località Corvo – ha chiuso il Commissario – abbiamo recuperato parti a valle della costa e tutta la pineta con verde attrezzato e zona camper per creare un indotto turistico ed economico. Questi sono i principali indirizzi. Il lavoro è stato impegnativo perché bisognava valutare tutto nei dettagli per non ostruire gli altri ed avere quindi massimo rispetto della situazione esistente."
La responsabile del IV settore - Pianificazione e gestione del territorio – dott.ssa Enza Chiaravalloti, ha spiegato che è stata fatta una delibera con un atto di indirizzo per incaricare un tecnico per la redazione del Piano Spiaggia e la sdemanializzazione, in quanto il Piano era fermo al 2010 quando la Regione diffidò il Comune per le relazioni da consegnare ed i pareri. Si è dato quindi l'incarico all'architetto Gennaro Procopio per completare le richieste della Regione.
Proprio l'architetto Procopio, è quindi intervenuto per fare luce anche tecnicamente sugli interventi che sono previsti nel Piano Spiaggia. "Il lavoro si è presentazione Piano Spiaggia 3articolato nelle relazioni che chiedevano i vari enti – ha detto Procopio - ed abbiamo curato la zona demaniale per cercare di restituirla alla popolazione. Esempio palese è la pineta in zona Corvo, che è adesso in concessione al comune."
Procopio ha spiegato che è stata individuata una porzione di quell'area per i campeggi ed un'altra da utilizzare sempre come pineta ma con dei servizi. Per la zona a sud, è stata prevista anche l'utilizzazione di un'area portuale (c'è già una progettazione avanzata in tal senso) e quindi anche le barche dei marinai, una volta ultimato il tutto, potranno attraccare lì.
L'architetto ha poi affermato che è prevista una strada sul water-front con piste ciclabili sino all'altezza della "zona depuratore", funzionale per tutti e tre i lotti (zona portuale, verde e di servizi).
"Sulla parte centrale – ancora Procopio – prevediamo una collaborazione tra comune e privati, concedendo delle aree che dovranno poi essere curate dai privati, coinvolgendoli anche per lo spostamento delle attività ludiche. Previsto inoltre il recupero dei due gazebo del lungomare, coinvolgendo ancora i privati con edicole, servizi e punti informativi. Per i diversamente abili invece, saranno dislocate le passerelle e ci sarà più spiaggia libera fruibile."
Infine, è stato sottolineato come si sia agito nel massimo rispetto dei titolari delle concessioni attuali degli stabilimenti balneari. Procopio ha anche annunciato che è previsto l'allungamento del tratto Ippocampo-Belatrame e che, su alcune zone (tipo zona Marinella lato nord), sono previste delle aree dedicate ai parcheggi. Inoltre, entro il 2020, dovranno essere a regime tutti gli stabilimenti balneari per uniformarsi alle direttive regionali.

Pietro Mosella

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa