Soverato, scuola Via Castagna: nel 2017 partiranno i lavori di adeguamento e riqualificazione
Menu

Soverato, scuola Via Castagna: nel 2017 partiranno i lavori di adeguamento e riqualificazione

scuolaviacastagnaSOVERATO – L’edilizia scolastica soveratese subirà, nel corso del 2017, un intervento di ammodernamento ed adeguamento sismico, come già avevamo scritto a marzo di quest’anno, per effetto dei lavori che interesseranno il plesso di Scuola primaria “San Domenico Savio” di Via Castagna. Un edificio, quello confinante con Via Trento e Trieste, oramai datato, e al quale, grazie al finanziamento regionale, potrà essere messa mano per renderlo più sicuro ed adeguato alle normative vigenti in materia di sicurezza. Il problema che si pone, e questo è l’argomento di maggiore discussione soprattutto nella parte genitoriale, è quello della sistemazione degli alunni che attualmente frequentano tale scuola. La soluzione più plausibile sembrerebbe essere quella di uno smistamento di una parte delle classi, probabilmente sei, nel plesso di Soverato Superiore, augurandosi che si tenga conto della salvaguardia del lavoro in parallelo delle sezioni, e tra alunni della stessa età, quindi senza dividere le due terze, le due quarte ecc. Il resto delle classi dovrebbe trovare accoglienza temporanea a Soverato Marina, probabilmente quelle con gli alunni più piccoli, ma non è ipotizzabile quale possa essere la sede di destinazione. La cosa che ci si augura avvenga, è invece il coinvolgimento dei genitori, e del corpo docente, in questo passaggio, con magari la formazione di un gruppo, all’interno delle due categorie, che possa prendere visione dei locali prima che gli stessi vengano destinati alle attività scolastiche. I rappresentanti delle classi o magari lo stesso nuovo Consiglio d’Istituto dell’Istituto Comprensivo “Soverato 1”, che verrà eletto il prossimo 20 e 21 novembre, potrebbere essere incaricati di tale “sopralluogo”, in modo tale che la decisione possa essere ben accetta e condivisa da tutte le componenti chiamate in causa. Non si conosce al momento la durata dei lavori, ma verosimilmente andranno a protrarsi fino alla fine di questo anno scolastico, se non oltre, quindi sarebbe giusto che la decisione sulla sistemazione temporanea degli alunni possa essere condivisa da tutti.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa