Soverato, convegno “La Politica Welfare”: l’assessore regionale Stillitani ha presentato il “Piano d’interventi per la famiglia”
Menu

Soverato, convegno “La Politica Welfare”: l’assessore regionale Stillitani ha presentato il “Piano d’interventi per la famiglia”

Soverato, convegno “La Politica Welfare”: l’assessore regionale Stillitani ha presentato il “Piano d’interventi per la famiglia” - 5.0 su 5 basato su 1 voto

foto convegno_La_politica_WelfareSOVERATO – “La politica Welfare” era il titolo del convegno svoltosi ieri nella sala conferenze dell’acquario comunale di Soverato, promosso dal consigliere comunale di maggioranza dell’Udc, Salvatore Modaffari, per affrontare la materia del “Piano di interventi per la famiglia” attuato dall’assessorato regionale alle Politiche del Lavoro, della Famiglia, alla Formazione Professionale, alla Cooperazione ed al Volontariato, attraverso l’assessore Francescantonio Stllitani. Dopo l’introduzione del consigliere comunale, ing. Salvatore Modaffari, il quale ha voluto rimarcare l’importanza dell’iniziativa dell’assessore Stillitani, è stata la volta del sindaco di Soverato, Leonardo Taverniti, aprire la serie d’interventi previsti: “Sono molto soddisfatto perché vedo una platea folta ed interessata, ciò è molto importante in quanto si discute di tematiche delicate ed attuali in un momento difficile non solo per la nostra regione, ma anche per la nostra nazione. E’ inutile nascondere che viviamo un momento d’indubbia difficoltà sotto tutti gli aspetti, ragion per cui, mai come in questo momento, le iniziative intraprese a favore della famiglia, sono di fondamentale importanza.”

Successivamente, è stata la volta dell’assessore regionale Stillitani che, prendendo la parola, ha elencato tutti gli interventi previsti, con i vari bandi per la Famiglia, evidenziando come, la stessa, specialmente nel mezzogiorno, si è sempre fatta carico di un ampio compito che si potrebbe definire, sostitutivo ed integrativo del welfare. “A questo importante ruolo però – ha proseguito Stillitani – non corrisponde l’adeguatezza delle risorse pubbliche ad essa dedicata che, sommata alla crisi economica, obbliga la famiglia a operare come un ammortizzatore sociale. Il nostro obiettivo è quello di adeguarci alle regioni più evolute, per cui se con questi progetti, riusciremo a coprire il 35% dei comuni in Calabria, ed il 12% della popolazione in quel comune in cui lo stesso è attuato, avremo diritto ad un premialità pari ad un importo di 38 milioni di euro che potranno così essere successivamente reinvestiti.”

I bandi presentati sono sei: Concessione di contributi a persone e famiglie povere con persone non autosufficienti a carico, intervento a favore delle famiglie calabresi che vivono situazioni di disagio e povertà attraverso l’erogazione di prodotti per l’infanzia, Servizio di preparazione e/o consegna pasti a domicilio, Educativa Familiare Domiciliare, Interventi a sostegno degli enti iscritti nell’Albo regionale delle associazioni Familiari di auto-mutuo aiuto, Politiche di conciliazione tempi di vita e tempi di lavoro. Stillitani ha anche affermato che, tutti i cittadini che vorranno avere chiarimenti in merito ai bandi o porre domande, potranno farlo al portale www.stillitani.com che vedrà, lo stesso assessore, rispondere ai quesiti posti.

Il dott. Pasqualino Ruberto, di “Calabria Etica”, nel suo intervento, ha evidenziato la bontà dell’iniziativa che riveste ancora più importanza se si considera la congiuntura economica attuale: “La Fondazione ‘Calabria Etica’ sta lavorando in sinergia con la Regione e, di questo, devo ringraziare pubblicamente l’assessore Stillitani, la giunta ed il presidente Scopelliti per la fiducia che ci stanno dimostrando. Alcuni mesi fa, Stillitani ci riunì e disse che in un contesto economico così difficile, non ci si poteva permettere di perdere neache un euro dei fondi a disposizione per le famiglie calabresi. Noi come fondazione – ha aggiunto Ruberto – abbiamo lavorato ad una comunicazione di massa, in merito a questi bandi, per mettere tutti a conoscenza delle possibilità che offrono per le famiglie; siamo al servizio del cittadino, aiutando a compilare le domande, rispondendo al telefono per chiarire dubbi o fornire informazioni.”

Il consigliere comunale Modaffari, nel suo intervento ha evidenziato la necessità d’informare, assieme alle associazioni, agli enti ecclesiastici, sulle possibilità che si offrono alle famiglie in difficoltà per partecipare a questi bandi. “E’ necessario in comuni di periferia, identificare delle zone, come Soverato, che possano fungere da collante nella diffusione di tutte le informazioni necessarie a riguardo. Ho chiesto all’assessore Stillitani, di realizzare uno sportello per la famiglia e i cittadini in difficoltà qui a Soverato, che possa abbracciare le istanze di tutto il comprensorio. I nostri uffici preposti ai servizi sociali, hanno dovuto far fronte, in questi giorni, a centinaia di richieste relative ai bandi per l’ausilio di famiglie e cittadini in difficoltà. Le mense per i poveri un tempo era frequentate prevalentemente da extracomunitari, adesso invece c’è una folta presenza di famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese. Questo è indice di una situazione che sta diventando sempre più critica."

Erano presenti al convegno anche numerose famiglie coinvolte direttamente nella situazione di disagio che prevedono i bandi; hanno potuto porre domande e chiedere informazioni ai relatori per partecipare così ai bandi con la compilazione delle domande. 

Pietro Mosella

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa