Squillace, il Pd interviene sulle dimissioni del Sindaco
Menu

Squillace, il Pd interviene sulle dimissioni del Sindaco

logo PDRiceviamo e Pubblichiamo la nota del Circolo PD “S. Pertini” di Squillace.
L'articolo pubblicato giorno 22 Agosto su un quotidiano locale ispira alcune considerazioni che come iscritti al PD ci sentiamo di condividere con la cittadinanza.
Il tentativo di far passare il Sindaco Muccari come vittima di un complotto è davvero paradossale in quanto il responsabile del complotto sarebbe lui stesso che è riuscito a perdere, progressivamente nel tempo, un numero tale di eletti con la sua lista da diventare minoranza.
Tutto qui.
Non dovrebbe essere difficile da capire anche per chi preso, ci auguriamo, dall'entusiasmo del neofita fa apparire il Sindaco Muccari come un capolavoro di efficienza amministrativa.
Non dovrebbe essere difficile perché lo dicono i fatti e chi si occupa di cronaca, dai fatti dovrebbe partire.
E i fatti sono quelli che sono.
Abbiamo avuto una amministrazione che si è contraddistinta per zero progettualità nel campo dei bandi sia a livello europeo che regionale (non è arrivato un solo euro di finanziamento europeo per la realizzazione di opere pubbliche e di interventi di sviluppo del territorio) e che si è quasi "respirata" nel buio vuoto delle nostre piazze estive che sembravano quelle jugoslave degli anni '60.
Abbiamo avuto una amministrazione che si è contraddistinta per non aver appaltato una sola opera pubblica e per non averne chiusa una di quelle aperte.
In questi cinque anni la Città è diventata più povera soprattutto al cospetto dei comuni vicini che sono, letteralmente, risorti con l'inaugurazione di opere pubbliche e servizi a livello europeo mentre l'ex sindaco di Squillace ammansiva patetiche dirette sui social menando vanto della riparazione di una perdita di acqua.
Abbiamo avuto una amministrazione che si è contraddistinta per aver mantenuto in un regime di proroga, senza gara, un ambito importante per la salute e la tasca dei cittadini quale quello della nettezza urbana.
Così come anche sulla dichiarazione di dissesto, capolavoro della gestione Muccari, ci sarebbe da chiedersi perché non si è scelta la strada del piano di rientro votato anche dallo stesso Muccari, durante la consiliatura Rhodio.
E questo punto ci permette di sottolineare, ricordandolo al giovane cronista locale, che il sindaco Muccari rientra a pieno titolo nel passato di cui si ripresenterebbero i “fantasmi” anche se, a dire il vero, non è chiaro il riferimento, poiché è un politico – ci si passi il termine – di lungo corso, sedendo, come lui stesso ha scritto, in Consiglio comunale da 40 anni.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa