Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Il 25 maggio presentazione di NanoGagliato 2017 & Workshop "Gagliato Borgo Creativo"

PresentazioneGAGLIATO - Giorno 25 Maggio, alle ore 18:00, presso la sala consiliare del Comune di Gagliato si terrà la presentazione di NanoGagliato X Edizione e del Workshop "Gagliato Borgo Creativo"Centri Minori e Cultura: Sviluppo dal Basso e Governance Territoriale a cura del Presidente dell'Accademia di Gagliato d.ssa Paola Ferrari e del coordinatore scientifico del seminario Prof. Giulio Verdini, Professore Associato in Urbanistica alla Westminster University e consulente UNESCO per il tema ‘cultura e relazioni urbano-rurali’.

L'Accademia di Gagliato - Gagliato (CZ), dal 2008 è ormai divenuta punto di riferimento di una comunità di scienziati all’avanguardia nei campi della ricerca e delle sue traduzioni applicative. Nelle giornate di NanoGagliato (nanogagliato.org) convergono rappresentanti di molti settori tra cui biotecnologia, medicina, nanotecnologia, chimica, bioetica. Studenti, giovani laureati e ricercatori (in particolare dalle regioni del Sud) si danno appuntamento per ascoltare leaders mondiali della scienza. Gli scienziati vengono coinvolti in diverse attività, con un vasto pubblico di non esperti, bambini e ragazzi. Gli studenti di NanoPiccola (braccio junior dell’Accademia di Gagliato) sono tra i pochi al mondo a poter dire di aver interagito con personaggi quali il premio Nobel per la Medicina 2001 (Lee Artwell), la presidente dell’Ass. dei Chirurghi d’America (Barbara Bass), l’amministratore delegato di una compagnia biotech quotata a Wall Street (Chris Anzalone), il leader di “Points of Light”, la più vasta organizzazione di volontariato al mondo (Neil Bush), l'astronauta Luca Parmitano.

Quest'anno considerato che Gagliato (CZ) è stato menzionato nel Global Report UNESCO come caso esemplare, in quanto da anni (10!) ospita la conferenza annuale di Nanotecnologie ed ha dimostrato il potenziale creativo di azioni intraprese dal basso, oltre ai lavori scientifici di NanoGagliato verrà affiancato un seminario coordinato del Prof. Giulio Verdini (Westminster University), tutti i dettagli e le date degli eventi verranno comunicati durante la presentazione degli stessi.

Presentazione

Il Movimento Nazionale per la Sovranità nomina i Commissari cittadini

mirarchiCATANZARO - Nei giorni scorsi, il Commissario Provinciale del Movimento Nazionale per la Sovranità, Giovanni Mirarchi ha organizzato degli incontri nelle città di Catanzaro, Lamezia e Soverato, al fine di promuovere la nascita dei circoli, intesi quale luogo in cui riscoprire i valori dell'identità, della tradizione e del ritorno alla sovranità popolare; principi ispiratori del Movimento.
Dopo un serio confronto con i militanti si è deciso di comune accordo di attribuire la responsabilità dei coordinamenti ad Orlando Pullano per la citta di Catanzaro, Antonello Cariglino per la città di Lamezia e Giuseppe Pellegrino per la città di Soverato. Prendendo atto di quanto richiesto da iscritti, militanti e simpatizzanti, in data odierna, ho proceduto a rendere ufficiale tali nomine con comunicazione ai coordinatori, certo che ognuno di loro lavorerà per un progetto politico forte e chiaro in grado di far crescere l'intera provincia di Catanzaro.
Nei prossimi giorni ci aspettano appuntamenti importanti come le elezioni amministrative dell'11 giugno, che ci vedranno protagonisti attivi in molti comuni della nostra Provincia, primo fra tutti il capoluogo di Regione Catanzaro, dove candidiamo, nella lista civica Catanzaro da Vivere a sostegno del Sindaco uscente Sergio Abramo, l'Avv. Dario Gareri. Anche nei comuni più piccoli saremo presenti con uomini e donne all'interno di liste civiche, convinti che il futuro ci riserverà nuovi traguardi e piacevoli sorprese da raggiungere con crescente fiducia nel nostro Movimento.

Il Commissario Provinciale 

Giovanni Mirarchi

Strade al collasso, i cittadini delle Serre si mobilitano: pronta una grande manifestazione popolare di protesta

coordinamentoSERRA SAN BRUNO - Una grande manifestazione popolare per accendere i riflettori sulla pesante e, oramai, insostenibile condizione di isolamento delle aree interne. L'iniziativa si svolgerà nel prossimo mese di giugno ed è stata proposta in seno al coordinamento dei comitati, delle associazioni e dei liberi cittadini che si è riunito lunedì sera presso la sede della Pro Loco di Serra San Bruno. L'assise ha anche prodotto un appello unitario alla mobilitazione che invita tutti i comuni dell'asse Jonio-Tirreno a scendere in campo per porre con la giusta enfasi la questione della viabilità negata, a tutti i livelli. Documento approvato e condiviso, per il coordinamento, da: Andrea Pisani, Vincenzo Albanese, Maria Gualtieri, Fioravante Schiavello, Luigi Calabretta, Antonio Tassone, Alfredo Barillari, Tonino Colonnese, Giacinto Damiani e Francesco Pungitore. In rappresentanza delle amministrazioni comunali hanno aderito: Domenico Aspro (Gagliato), Giuseppe Condello (San Nicola da Crissa), Daniela Marchese (San Nicola da Crissa), Totò Minniti (Fabrizia) e Claudio Foti (Chiaravalle Centrale). La manifestazione si svolgerà proprio a Serra San Bruno, con l'obiettivo di portare al centro dell'attenzione mediatica regionale la grave problematica delle strade al collasso in tutta la zona a cavallo tra le Preserre catanzaresi e le Serre vibonesi. Nel corso della riunione, sono emerse le tante criticità che investono il territorio e che, purtroppo, i pochi interventi tampone finora “strappati” alla Regione, alle Province e all'Anas non risolveranno nel breve periodo. Drammatico l'appello dei commercianti che hanno evidenziato il crollo inesorabile delle presenze turistiche e, di conseguenza, dell'economia locale. Proprio allo scopo di rivendicare interventi più efficaci e urgenti sulle infrastrutture destinate allo sviluppo dell'entroterra, si è deciso di concretizzare una forma di protesta immediata e dal forte significato simbolico, per esprimere, in termini civili ma fermi, l'indignazione di un vasto hinterland, messo letteralmente in ginocchio dal crollo generale del sistema viario. Le provinciali chiuse, le statali in condizioni pessime di manutenzione, la Trasversale delle Serre bloccata: questo è lo scenario di riferimento. Ma dopo un lungo periodo di silenzio e rassegnazione, adesso il malcontento popolare è pronto a esplodere e a manifestarsi platealmente, sia pure, ovviamente, nei canali consueti della legalità, dell'impegno civile e della partecipazione democratica. Non si esclude una ulteriore iniziativa nel breve periodo, a ridosso della cittadella regionale di Germaneto e finanche sotto la sede Anas di Roma, per portare direttamente sotto i palazzi del “potere” la rabbia di un territorio che si sente totalmente derubato del proprio futuro.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa