Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Trasversale delle Serre, il Comitato piange la scomparsa di Domenico Aspro

ASPRO1Il Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” piange la prematura scomparsa del proprio attivista Domenico Aspro, vicesindaco di Gagliato (Cz). “A soli 51 anni - è scritto in una nota - ci lascia una figura di riferimento importante per tutto il territorio delle Preserre e delle Serre. Un uomo esemplare, che aveva fatto delle battaglie per la difesa dei diritti delle aree interne una ragione di vita e la priorità del proprio impegno politico. Aspro aveva combattuto, con coraggio e generosità, per l'apertura degli svincoli catanzaresi della Trasversale delle Serre. Subito dopo, aveva sposato con pari entusiasmo tutte le successive iniziative del Comitato nella provincia vibonese. Il 17 giugno scorso era stato uno dei protagonisti, in prima linea, della mobilitazione pacifica svoltasi a Serra San Bruno per sollecitare Anas e istituzioni a ripristinare la viabilità di base in quella porzione di territorio. Aveva compreso l'unità sostanziale di tutte le comunità attraversate dalla superstrada Jonio-Tirreno e per esse lottava senza distinzioni di campanile. Passione, impegno, partecipazione, valori, onestà erano le sue qualità, le caratteristiche salienti di un uomo perbene, che credeva nella politica così come nell'impegno dei cittadini per risollevare le sorti della Calabria tutta. Recentemente premiato a Chiaravalle Centrale per le sue innovative idee di sviluppo turistico e culturale, all'interno del Comitato Trasversale delle Serre era una voce autorevole e ascoltata, un vero leader, sempre presente e prodigo di consigli. La sua preoccupazione principale, sempre ribadita in pubblico e in privato, era il lascito che avrebbe voluto consegnare ai propri figli, alle nuove generazioni. Tutti noi siamo orgogliosi di aver condiviso con lui un pezzo di vita e una straordinaria amicizia. Continueremo a onorare il nome di Domenico Aspro, in tutte le nostre azioni”.

Catanzaro Calcio, incontro in città tra il sindaco Abramo e imprenditori interessati all’acquisto

Us Catanzaro logoCATANZARO - Dopo la vittoria elettorale di Sergio Abramo, a Catanzaro oggi è stata una giornata importante per il futuro della squadra di calcio. Nella sede di “Palazzo De Nobili”, infatti, il neo-rieletto primo cittadino catanzarese ha incontrato gli imprenditori che sarebbero interessati a rilevare le quote di maggioranza della società giallorossa dopo la messa in vendita del club comunicata nella scorsa settimana dallo stesso sodalizio calcistico. In mattinata è stata la volta di un gruppo romano capeggiato da Benedetto Mancini, ex presidente del Latina Calcio, mentre nel pomeriggio, come riporta CatanzaroInforma.it, è stata la volta di importanti nomi dell’imprenditoria cittadina . Dunque si iniziano a delineare i primi interessamenti concreti per garantire un futuro all’Us Catanzaro, nei prossimi giorni si dovrebbero tenere altri incontri con la parte cedente, ossia Gessica Cosentino, amministratore unico della società giallorossa : insomma, sono decisive per le sorti dell’Unione Sportiva Catanzaro, non rimane dunque che attendere sperando che le ultimissime notizie trovino conferme ufficiali.

La proposta del contratto di Fiume e di Costa “Valle dell’Ancinale” vince il Concorso indetto dall'Ispra

Nei giorni scorsi, durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile, nell’ambito del progetto GELSO (GEstione Locale per la SOstenibilità ambientale ) si è conclusa la votazione del concorso, per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale.
Il Concorso, denominato “MAKING GLOBAL GOALS LOCAL PRACTICE”, è stato promosso dall’ISPRA (ISTITUTO SUPERIORE per la PROTEZIONE e la RICERCA AMBIENTALE), ente pubblico autonomo di ricerca, sottoposto alla vigilanza del MINISTERO DELL’AMBIENTE, con la finalità, attraverso scelte operative a livello locale, di sostenere lo sviluppo sostenibile mediante strategie ed azioni dei diversi soggetti attuatori. Il Contest, aperto a tutti i progetti sull’intero territorio nazionale, dopo una prima selezione da parte dell’ ISPRA, è stato sottoposto al voto online che ha generato una forte partecipazione di pubblico e determinato il vincitore sulle tre tematiche di riferimento:

1) Città e Comunità sostenibili;

2) Produzione e consumo responsabili;

3) Lotta con il cambiamento climatico.

La proposta del “Contratto di Fiume e di Costa (CdF&C) “Valle dell’Ancinale” avanzata dalla locale Associazione ARPA, coordinatrice della Segreteria Tecnica Scientifica, ha riguardato il territorio dei Comuni calabresi compresi tra la montagna, del Parco Regionale delle “Serre”, ed il mare, del Parco Marino Regionale “Baia di Soverato”, collegati tra loro da due corridoi ecologici naturali rappresentati dal fiume Ancinale e dal Torrente Beltrame. L’iniziativa, volta a rappresentare un modello alternativo e sperimentale di governance, a conclusione della analisi territoriale conoscitiva, attualmente in corso, andrà condivisa con i promotori del Contratto (Parco delle Serre ed i Comuni di Soverato, Davoli, Gagliato, Petrizzi, Argusto, Chiaravalle Centrale, Cardinale, Torre di Ruggero, Montepaone e Satriano - Ente capofila) e con tutti gli enti pubblici e privati, le associazioni ambientaliste e di categoria, i cittadini e gli stakeholders, al fine di dare forza, efficacia e visione ad una strategica promozione del turismo sostenibile.
Ciò premesso, in merito al tema ”Produzione e consumo responsabili “, come è possibile riscontrare collegandosi al sito dell’ISPRA:
http://www.sinanet.isprambiente.it/gelso/contest-making-global-goals-local-practice, la proposta del “Contratto di Fiume e di Costa “Valle dell’Ancinale” è stata decretata vincitrice del Concorso.
Inoltre, rispetto a tutti i finalisti in gara e tutte e tre le tematiche, è stata, in assoluto, la più votata.
A tutto ciò farà seguito un’ampia diffusione del contest attraverso il portale dell’ISPRA ed i canali di informazione del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, determinando necessariamente per il ns comprensorio un importante ritorno di immagine su scala nazionale.

Il Coordinatore Cabina di Regia
CdF&C “Valle dell’Ancinale”
Michele Drosi

Il Coordinatore (ARPA) Segreteria Tecnica Scientifica
CdF&C “Valle dell’Ancinale”
Nicola Gioffrè

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa