Il Criti..Catoio: Giovani, presunti tali e i “senza vergogna”
Menu

Il Criti..Catoio: Giovani, presunti tali e i “senza vergogna”

Il Criti..Catoio: Giovani, presunti tali e i “senza vergogna” - 3.5 su 5 basato su 8 voti

È interessante il fenomeno emerso nell'ultimo periodo e cioè il proliferare di gruppi, associazioni e movimenti in vista delle prossime amministrative. A mio modesto parere è un fatto positivo, indica che c' è ancora gente che ha voglia di incontrarsi , di discutere e di farsi carico delle sorti della città. È vero altresì che taluni di questi gruppi recano delle antinomie lapalissiane, si presentano come gruppi di giovani, ma se si scorrono i nomi dei componenti ci si accorge che qualcuno di essi ha già amministrato, ma soprattutto che ha da tempo superato l' adolescenza! Qualche altro gruppo ha innescato una polemica contro i partiti come istituzione obsoleta e contro i metodi tradizionalmente praticati dagli stessi, ma nel contempo non cessa di incontrarsi con i partiti di cui sopra, alla ricerca di un accordo e quindi adottando il metodo in uso nei partiti. È vero che non mancano gruppi pronti a scendere in campo con una lista propria, libera da ogni tipo di vincolo con i partiti, ma il rischio è quello della solita civica che nasce e muore nel giro di una tornata elettorale, qualora non dovesse vincere. Corrono voci di gruppi che si dicono convinti di avere il classico " asso nella manica", cioè il nome in grado di assicurare la vittoria, il giovane, la faccia pulita, il professionista apprezzato, o magari il rampollo della dinastia politica .... È apprezzabile il coraggio, comprensibile il tocco goliardico che si cela dietro tale convinzione, ma è altresì auspicabile che tutti i giovani ( o presunti tali ) che si sono appassionati alla politica comincino a riflettere anche sul valore della militanza intesa come partecipazione attiva che consente di accumulare esperienza ... che comincino a riflettere sul fatto che l' esordio in politica non deve necessariamente coincidere con una candidatura e men che meno con la candidatura a primo cittadino; si corre il rischio di lasciare un retrogusto di tracotanza, di supponenza e di dilettantismo. Non voglio dire che un giovane non potrebbe essere un buon candidato a sindaco, ma dovrebbe essere candidato da altri, non autocandidarsi o farsi candidare da quattro amici al bar!
Mi auguro che qualcuno dei giovani in campo sappia usare il dono dell' umiltà e cominciare a pensare che è già una cosa importante aver creato un gruppo e che ora diventa importante non farlo morire presto, come spesso accade. Mi auguro che qualche gruppo possa esprime degli eletti in consiglio comunale e non forzi la mano per avere il candidato a sindaco a tutti i costi, senza magari avere " l' asso nella manica" perché non è pensabile puntare su un giovane solo perché è tale, solo perché ha dalla sua il dato anagrafico, né perché reca un cognome " blasonato" o che lo colleghi a una " dinastia " di politici... il feudalesimo è finito da tempo, il notabilato idem !
Non posso che fare i migliori auguri a tutti i giovani in campo, nella speranza che sappiano utilizzare al meglio la carica di entusiasmo che li contraddistingue e che sappiano recare delle idee innovative.
Non mi sento di fare lo stesso augurio ai meno giovani, non a tutti sia chiaro, ma a una parte di essi , a coloro che continuano a riproporsi per l' ennesima volta, dopo aver amministrato per anni, dopo aver devastato la città e contribuito al tracollo economico della stessa. Se Dante li avesse conosciuti avrebbe forse creato per loro un decimo cerchio infernale, quello dei " senza vergogna". Mi auguro che i cittadini sappiano fare buon uso della memoria e assestare a qualche personaggio facente parte del gruppo dei "soliti noti," il colpo di grazia (politicamente parlando) visto che alcuni appaiono già moribondi (sempre politicamente parlando).

Prof.A.Pellegrino

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa