E’ un cavalluccio marino il custode della Baia dell’Ippocampo
Menu

E’ un cavalluccio marino il custode della Baia dell’Ippocampo

ippocampo 01SOVERATO – Alcune settimane fa alcuni temerari, ma esperti, subacquei soveratesi, durante le ricerche dell’ormai introvabile “Madonnina” bronzea, dispersa nella mareggiata del 2013, hanno individuato sullo scoglio di “Ciccillo” quello che ci piace definire come il “guardiano” della Baia dell’Ippocampo”. Una installazione subacquea in ferro, raffigurante un ippocampo di circa due metri, che si staglia nel spazio sottomarino compreso tra le dune sabbiose delle rive del nostro mare e gli splendidi fondali ionici. L’opera è frutto dell’ingegno di un anonimo artista, che ha voluto donarla alla città, pur rimanendo nell’assoluto riserbo. La novità “sottomarina” sta suscitando un grande interesse tra gli appassionati di immersione, che numerosi giungono a Soverato, rimanendo estasiati alla vista dell’imponenza dell’opera, collocata a circa 30 metri di profondità, e facilmente fruibile, essendo tale distanza tra le immersioni di media difficoltà. L’artista, rifacendosi all’immagine impressa e riprodotta nella bandiera blu, ha così portato nei nostri fondali questo simbolo tanto agognato dalla nostra città, e finalmente conquistato in questo 2017. Questa nuova ricchezza per i nostri fondali, va a dare nuovo lustro ed interesse al già imponente patrimonio naturale soveratese, che attende ora le visite degli appassionati.

ippocampo 03

ippocampo 02

Articoli che potrebbero interessarti

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa