Laino Borgo, pronta a riaccogliere il Peperoncino Jazz Festival
Menu

Laino Borgo, pronta a riaccogliere il Peperoncino Jazz Festival

Locandina LainoTappa dopo tappa prosegue a gonfie vele la XVI edizione del Peperoncino Jazz Festival, evento ideato ed organizzato dall’Associazione culturale Picanto sotto la direzione artistica di Sergio Gimigliano, che dallo scorso 12 luglio sta letteralmente inondando di musica e sapori le più belle località della Calabria e che proseguirà in questi termini senza soluzione di continuità fino al prossimo 3 settembre (con un’appendice dedicata alla IV edizione del Calabria Jazz Meeting in programma a Cetraro dal 29 settembre al 1° ottobre prossimi).
Dopo i memorabili concerti castrovillaresi di metà luglio (di cui sono stati protagonisti, oltre agli scatenatissimi Groovin’ High e al portentoso pianista castrovillarese Mario Panebianco, stelle di prima grandezza del panorama jazzistico internazionale del calibro di Antonio Sanchez, Linda May An Oh, Michael Supnick e David Kikoski) e la serata all’insegna della “Musica del Diavolo” a firma del quartetto capitanato dalla talentuosa cantante Elisa Brown ospitata ieri sera (mercoledì 9 agosto) nel caratteristico anfiteatro di Plataci, da domani (venerdì 11 agosto) a domenica 13 il festival musicale più piccante d’Italia, grazie al volere del Presidente del Parco Nazionale del Pollino, on. Mimmo Pappaterra, tornerà a far tappa nel cuore dell’area protetta più grande d’Italia per un intenso week end organizzato in alcuni paesi fortemente rappresentativi del territorio del parco.
Si inizia domani, dunque, quando, ad alcuni anni di distanza dalle memorabili edizioni organizzate nel segno del “Festival del Borgo” (tra Musica, Arte e Sapori) - nel corso delle quali, oltre ad attori del calibro di Saverio La Ruina, Rocco Papaleo, Luigi Iacuzio, Leonardo Gambardella ecc. si sono esibiti musicisti di fama internazionale quali Al Foster, Irio e Robertinho De Paula, Danilo Rea, Paolo Fresu, Roberto Gatto, Fabrizio Bosso e Mike Campagna - grazie alla freschezza culturale della nuova amministrazione comunale, per volere del neo sindaco Francesco Armentano e del consigliere comunale con delega alla Cultura, agli Eventi e allo Spettacolo Stefano Tallarico, il Peperoncino Jazz Festival tornerà a far tappa nel caratteristico centro storico di Laino Borgo.
Qui, in una giornata ricca di appuntamenti che inizierà alle ore 18 nel segno degli eventi correlati con la visita guidata gratuita per gli spettatori del festival del centro storico di Laino Borgo a cura delle Guide Ufficiali del Parco Nazionale del Pollino in programma fino alle ore 20 (si veda approfondimento al termine del comunicato stampa)*, come nelle passate edizioni del festival del Borgo il paese che rappresenta la prima uscita autostradale della regione e che grazie alla sua bellezza paesaggistica e naturalistica e all’intensa attività di rafting creatasi intorno alla presenza del Fiume Lao è una delle mete calabresi più conosciute ed apprezzate del Parco Nazionale del Pollino, ospiterà una serata a doppio set, che inizierà alle ore 21.30 nella Piazzetta S. Antonio all’insegna della delicatezza.
Sul palco, infatti, salirà il duo acustico composto dalla cantante romana Vanessa Elly, al secolo Catarinelli (già corista del programma "Ora ci vorrebbe un amico" con Lorella Cuccarini e Albano Carrisi nel 2011, finalista del Festival di Castrocaro nel 2014 e selezionata per le blind audition di The Voice of Italy nel 2016) e dal chitarrista castrovillarese Roy Panebianco, protagonista di numerose collaborazioni italiane ed internazionali di rilievo, tra le quali quelle con Gegè Telesforo, Marcello Surace, Daniele Scannapieco, Fabio Accardi, Crystal White, Linda Valori e Jenny B.
I due, incontratisi per caso circa tre anni fa in un noto club romano, cominciano subito a provare insieme, mescolando i loro diversi mondi musicali. E’ così che nasce il loro progetto artistico, che consiste nella rivisitazione di alcuni dei più grandi successi internazionali (si va da brani di Joss Stone a quelli di Stevie Wonder, dal repertorio di Michael Jackson alle più belle song di Prince) attraverso la sperimentazione e la continua ricerca, fatta con passione, dedizione e divertimento, del “sound giusto” e di un interplay totale.
Ingredienti, tutti questi, che caratterizzeranno la serataa Laino, che si preannuncia coinvolgente e all'insegna della buona musica.
A seguire, nella centralissima Piazza Navarro, sarà la volta dei travolgenti The Hoppers, band musicale nata alcuni anni fa dal bisogno di cinque musicisti calabresi di dare un nome e un'identità ad un’alchimia artistica ed umana sviluppatesi in anni di collaborazione e concerti vissuti insieme.
Così, Davide Paternostro (sax tenore), Corrado Mendicino (piano e voce), Rodolfo Capoderosa (chitarra e cori), Alessio Iorio (basso e cori) e Marco Sangermano (batteria e voce), musicisti poliedrici e con diverse esperienze professionali e diversi background musicali alle spalle (dalla musica classica al jazz, dal blues al rock, fino al pop), fondono le loro esperienze, dando vita ad un sound elegante, raffinato e, allo stesso tempo, energico e coinvolgente.
Partendo dalla ricerca di sonorità pure ed essenziali, gli strumenti e le voci armonizzate diventano la base per ricreare il sound suggestivo degli anni '50 e ’60: l’atmosfera, i profumi e i colori di una Italia mozzafiato che ha nutrito il mondo, si mescolano a tinte di culture forestiere per confluire, arricchite e contaminate, nella musica loro musica.
In questi intensi anni di attività, ricchi di concerti ed esibizioni in numerosi e importanti festival, i The Hoppers hanno maturato il loro primo lavoro discografico, uscito nel mese di maggio scorso, che proporranno al pubblico del PJF in occasione della tappa a Laino (interpretando, tra gli altri, brani di Frank Sinatra, Fred Bongusto, Bruno Martino, Dean Martin, Hanry Mancini, Domenico Modugno, Elvis Presley ecc.), unitamente ad alcuni brani inediti e standard Jazz in versioni originali, a sottolineare il dinamismo creativo della band.
Dopo l’attesa tappa a Laino Borgo e prima di tornare nel territorio del Pollino per le tappe in programma a Civita il 25 e a Saracena il 26 agosto prossimi, il XVI Peperoncino Jazz Festival, rassegna musicale itinerante nelle più belle località calabresi (una trentina i paesi coinvolti di tutte e cinque le province della regione) che nell’arco di tre mesi di programmazione prevede oltre 50 eventi in cartellone, proseguirà nel cuore del parco fino a domenica prossima, con i concerti in programma a Mormanno (laddove sabato 12 è attesa la vulcanica cantante americana Denise King) e a San Basile (nel cui anfiteatro domenica 13 sarà di scena Egidio Ventura con il suo Omaggio a Petrucciani).
Il XVI Peperoncino Jazz Festival - evento realizzato con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria (progetto presentato a valere sull’avviso pubblico relativo agli eventi culturali nell’ambito dei Fondi PAC 2017), degli enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di numerose amministrazioni comunali e di importanti Sponsor privati (primo fra tutti Banca BPER e poi Confindustria Cosenza, Agis e Anec Calabria, Gas Pollino, Pollino Gestione Impianti, Ottica Di Lernia, Montagna Srl, La Pietra Srl ecc.) e con l’Alto Patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli e della Reale Ambasciata di Norvegia – farà poi una breve pausa di due giorni in occasione del Ferragosto.
Nella seconda metà del mese, poi, il PJF esplorerà a suon di jazz tutta la costa tirrenica, con tappe nel territorio compreso tra Praia a Mare ed Aiello Calabro di cui saranno protagonisti artisti del calibro di Fabio Concato, Xantoné Blacq, Gianluca Guidi, Fabrizio Bosso & Julian Oliver Mazzariello, Daniele Scannapieco, Walter Ricci, Maurizio Morante, Roberto Musolino, Gianfranco Campagnoli, Vanessa Elly & Roy Panebianco, Sasà Calabrese, Danilo Blaiotta e i Sing Swing, per poi concludersi con il concerto del pianista Francesco Scaramuzzino in programma il 28 settembre a Lamezia Terme e con il ricco week end cetrarese all’insegna del IV Calabria Jazz Meeting in programma dal 29 settembre al 1° ottobre.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa