Soverato Eventi
Menu

Soverato Eventi

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Un anno fa il tragico incidente a Santa Caterina dello Ionio. Non dimentichiamo Lorena, Vittoria, Francesca e Paquale

anniversario badolatoRiceviamo e pubblichiamo la nota stampa a firmaAssociazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. La notte del 21 agosto del 2016 sulla strada Statale 106 a Santa Caterina dell’Ionio un tragico incidente provocava la morte di quattro giovani ragazzi: Lorena Lopilato di 24 anni, Vittoria Lopilato di 23 anni, Francesca Bressi di 23 anni e Pasquale Papaleo di 25 anni. Le famiglie di questi quattro giovani, la comunità di Badolato e, più in generale, l’intera comunità regionale rimase scossa dall’accaduto e partecipò ai funerali dei ragazzi – il 25 agosto scorso – nello stadio comunale di Badolato alla presenza del Presidente della Regione Calabria e dei Sindaci dell’Unione del Versante Ionico Catanzarese.
L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, nata con l’intendo di far diminuire vittime e feriti sulla famigerata e tristemente nota “strada della morte”, il 28 settembre del 2016, promosse nella sede dell’Unione del Versante Ionico Catanzarese, una iniziativa invitando tutti i sindaci. L’iniziativa, che aveva la finalità di proporre delle azioni concrete ed immediate affinché quanto accaduto potesse non ripetersi, fu partecipata solo dal Sindaco di Badolato, quello di Pazzano, e poi dal Presidente dell’Unione e dal Presidente dei Sindaci dell’Unione. In pratica tutti assenti.
Il 14 novembre del 2016, nell’ambito di un incontro prefettizio, l’Associazione accolse con soddisfazione il nullaosta del Prefetto, dell’Anas Spa e della Polizia Stradale per l’installazione di due autovelox: uno al Km 152 nel comune di Badolato e l’altro al Km 144 nel comune di Santa Caterina dello Ionio. Con meno soddisfazione, invece, abbiamo accolto la pretesa dell’Unione del Versante Ionico Catanzarese di avere ulteriori installazioni (tra cui il sorpassometro), in alcuni tratti dove peraltro l’indice di incidentalità e mortalità stradale non ha valori importanti. In pratica servono solo a fare cassa.
L’impegno dell’Associazione, ha fatto sì che a fine novembre del 2014 nella Delegazione del Comune di Badolato alcuni sindaci incontrassero l’Assessore Regionale ai Trasporti Prof. Roberto Musmanno che ritornò, sempre per merito dell’Associazione a Badolato, a gennaio 2017 insieme al Capo Area Anas Spa della Calabria Ing. Giuseppe Ferrara. Entrambi assicurarono, per iniziare, piccoli ma significativi interventi che sono stati realizzati: pulizia del bordo stradale, asfalto del manto stradale, sostituzione guard-rail, ecc. Sempre a gennaio, il Prefetto, con una nota inviata all’Unione del Versante Ionico Catanzarese invitava con “la massima sollecitudine” l’Ente a voler provvedere affinché venissero installate le due postazioni autovelox concordate a novembre ma, in risposta, riceveva un nuovo “piano della sicurezza” in cui l’Unione proponeva di nuovo ulteriori inutili postazioni per fare cassa sulle spalle dei cittadini e speculare sulle grandi tragedie avvenute nel tratto Davoli – Monasterace.L’Associazione ricorda le vittime dell’incidente del 21 agosto scorso a Santa Caterina dello Ionio così come ricorda un giovane ragazzo di 20 anni che, ancora oggi, è in coma a seguito di un incidente stradale che oltre a lui ha coinvolto altri tre ragazzi per fortuna rimasti illesi. L’incidente, avvenuto proprio a Santa Caterina dello Ionio il 6 agosto scorso, per fortuna non ha comportato la perdita di altre giovani vite ma è avvenuto al Km 144 della S.S.106. Dove i sindaci dell’Unione, che sono sempre i primi a partecipare ai funerali con la fascia tricolore al petto, avrebbero dovuto installare da mesi un autovelox. Spiace, quindi, dover constatare quali siano le ragioni per le quali il tratto di S.S.106 tra Davoli e Monasterace sia uno dei più pericolosi in Calabria: questa è una responsabilità precisa ascrivibile agli amministratori locali che di fronte al tema hanno dimostrato – per quanto amaramente constatato dall’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – una indifferenza senza eguali, una incapacità totale nel riuscire a dare delle risposte anche minime ai cittadini e, soprattutto, una sensibilità ed una maturità necessaria nei confronti di un problema che meritava attenzione ed impegno ma anche serietà e responsabilità istituzione che, nei fatti come è dimostrabile, non c’è stata. L’Associaizione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” continuerà con impegno la propria battaglia affinché quanto accaduto a Lorena, Vittoria, Francesca e Pasquale non accada mai più ad altri con la consapevolezza di non godere del sostegno delle amministrazioni locali e con la certezza che questa battaglia, seppure osteggiata dall’Unione del Versante Ionico Catanzarese, merita di essere intrapresa perché giusta, perché civile e, soprattutto, perché necessaria.

Catanzaro - Casertana alle 20,30. Domani la presentazione della squadra

Us Catanzaro logoCatanzaro – Casertana, prima gara del campionato di Serie C fissata per sabato 26 agosto, si giocherà, come previsto dalla Lega, alle 20,30. Grazie alla sinergia tra Società e Comune, è stato scongiurato il pericolo del mancato funzionamento dei riflettori dello stadio “Ceravolo” e così il nuovo corso delle “Aquile” prenderà il via in notturna.
Intanto sono diventati già virali i video-inviti dei cabarettisti catanzaresi, Enzo Colacino e Piero Procopio, per la presentazione della nuova squadra del Catanzaro Calcio che si terrà domani, 22 agosto, alle ore 19,30, nell'area antistante lo Shopping Center del Parco Commerciale “Le Fontane” (Viale Emilia, Catanzaro). Sarà un momento di festa per conoscere da vicino i giocatori che compongono la rosa 2017/2018.
Colacino e Procopio allieteranno il pubblico con le loro divertenti esibizioni mentre toccherà alla “Vasco Rock Show – Tribute band” suonare i pezzi più belli del cantautore emiliano, tra cui “Come nelle favole”, scelto quale “colonna sonora” della Campagna abbonamenti dei giallorossi.
A presentare la serata Simona Palaia e Luigi Grandinetti, conduttori di alcune note trasmissioni tv.
«Nonostante i tanti problemi che stiamo affrontando in questi giorni e l'imminente inizio del torneo - ha sottolineato il presidente Floriano Noto – ci sembrava giusto regalare ai tifosi questo semplice momento di festa. Ringrazio sin d'ora tutti gli artisti che si esibiranno e tutta la tifoseria che vorrà essere presente per far sentire, sin d'ora, il proprio calore ai tanti volti nuovi che compongono la squadra».

Stadio Ceravolo apertura distinti

DISTINTILa Commissione provinciale di vigilanza sui pubblici spettacoli ha dato l'ok all'utilizzo dell'edificio alle spalle dei "distinti" e della parte centrale della gradinata dello stesso settore, quella sulla quale campeggia la scritta "Nicola Ceravolo". La decisione è stata presa al termine del sopralluogo svolto questa mattina alla presenza del sindaco Sergio Abramo. Nel corso della verifica, la commissione ha preso atto dell'avvenuto rispetto, da parte del Comune, delle indicazioni tecniche in materia di sicurezza che erano state prescritte con una ispezione effettuata dieci giorni fa.
Sono pertanto risultati adeguati i lavori eseguiti dall'amministrazione comunale ed è stata autorizzata l'apertura della sezione centrale dei "distinti". Permesso che va così a soddisfare quella che era stata una esplicita richiesta da parte dell'assessore Giampaolo Mungo presente alla verifica da parte della commissione.
Al sopralluogo di oggi hanno preso parte il presidente della commissione, viceprefetto Massimo Mariani e, fra gli altri, i componenti dell'organismo, Roberto Fasano (Vigili del Fuoco), Mario Buttiglieri (Genio civile), Giuseppe Pullano (esperto in elettrotecnica), Sabato Martucci (Coni) e il funzionario amministrativo della Prefettura e segretario della commissione Giuseppe Petrelli.
A rappresentare palazzo De Nobili anche Franco Longo,lavori pubblici, il capo di gabinetto Antonio Viapiana, il dirigente del settore lavori pubblici, Gennaro Amato e alcuni funzionari del settore lavori pubblici e gestione del territorio. In rappresentanza del Catanzaro calcio ha partecipato Frank Santacroce.
"L'ok della Commissione di vigilanza - ha commentato il sindaco Abramo - certifica il buon lavoro fatto dall'amministrazione comunale per consentire alla società la riapertura di una grossa parte del settore "distinti" e l'utilizzo della palazzina che ospiterà spogliatoi, sala e tribuna stampa e sala Gos già dalla prima giornata di campionato. È stata una vera e propria corsa contro il tempo che, ne sono sicuro, verrà apprezzata dai cittadini e dalla nostra gloriosa società calcistica".

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa