Grande successo per "Affittasi cognati" al Teatro comunale di Soverato
Menu

Grande successo per "Affittasi cognati" al Teatro comunale di Soverato

affittasi cognati 1SOVERATO - Ben 57 anni di carriera in due, Gregorio Calabretta ed Enzo Colacino insieme per la prima volta sul palco del Teatro comunale di Soverato venerdì scorso, 10 marzo, per il quarto appuntamento del cartellone Re-Start, organizzato dall'amministrazione comunale, con la commedia "Affittasi cognati" scritta e diretta dallo stesso Calabretta.

Uno spettacolo introdotto dalla giornalista Rossella Galati che, con leggerezza e ironia, ha offerto diversi spunti di riflessione. "Questa commedia racconta la storia di due disperati che approfittano delle elezioni comunali a Catanzaro per mettere su uno stratagemma e quindi guadagnare dei soldi - racconta Calabretta - con una lente d'ingrandimento su una famiglia, che è quella del candidato, perchè mi ha sempre incuriosito la vita intima di un politico, mi sono sempre chiesto cosa cambia in unaaffittasi cognati 2 persona quando decide di candidarsi, come cambiano i suoi rapporti con i parenti".

Al centro della commedia due bizzarri investigatori privati, interpretati da Calabretta e Colacino, che con la loro innata ironia sono riusciti a far riflettere su cosa si cela dietro gli accordi della politica, sulle dinamiche familiari, sul difficile rapporto tra padre e figlio. Uno spettacolo che ha registrato il tutto esaurito da diverse settimane con un pubblico proveniente da tutta la regione. Un connubio vincente quello tra Calabretta e Colacino.

affittasi cognati 3Sul palco anche Andrea Calabretta, figlio di Gregorio, Anna Casalenuovo, Antonia Marino, Camillo Crivaro, Pino Cerullo, Pino Sorgiovanni, Vitaliano Bianco e Rachele Rizzo, al suo debutto.

"Sono davvero contento - ha aggiunto il regista - perché in poco temo siamo riusciti a mettere su un bel lavoro ma anche perché ho accanto un gruppo straordinario, una spalla d'eccezione come Enzo e in più mio figlio Andrea".

"Abbiamo fatto squadra - questo il commento di Colacino - chi ama il teatro in modo folle si trova d'accordo senz'altro. C'è bisogno di cooperare dalle nostre parti, e questa serata dimostra che si può convivere e superare invidie ed egoismi che caratterizzano la nostra società".

Per il prossimo appuntamento si attende Laura Freddi in "Ricette d'amore" il 16 marzo.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa