Soverato, il concerto “Gospel Evening” chiude il cartellone “le feste al teatro”
Menu

Soverato, il concerto “Gospel Evening” chiude il cartellone “le feste al teatro”

gospel6SOVERATO - Con lo spettacolo “Gospel Evening” si sono conclusi gli appuntamenti del cartellone “le feste al teatro” organizzato dall’Amministrazione Comunale di Soverato in collaborazione con artisti e associazioni del comprensorio, fortemente voluto dal consigliere con delega al turismo, cultura e spettacolo Emanuele Amoruso. Una serata intensa grazie alla musica gospel e al messaggio che essa intende mandare. Amore, fede, speranza, vita, questi i temi che hanno attraversato i brani proposti dalle voci di Sara Spinzo, organizzatrice del concerto, e Sefora Spinzo, entrambe artiste locali, insieme a Giorgio Ammirabile e Segre Robinson. Quest’ultimo, londinese dalla voce calda, da anni ormai trasmette la sua fede attraverso la musica diffondendo un messaggio di speranza e di pace.

Ha partecipato ai festival più importanti di musica gospel facendo sognare il suo pubblico. Per la prima volta al sud Italia, è riuscito a coinvolgere anche il pubblico gospelsoveratese, a farlo divertire e commuovere. Giorgio Ammirabile, validissimo talento italiano dalle origini calabresi, cantante e musicista, appassionato di gospel sin da bambino, è molto apprezzato in Italia e all’estero. Nella sua introduzione Sara Spinzo ha ringraziato l’Amministrazione Comunale e tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione della serata, la stessa ha poi ricordato come è nata la musica gospel e come, da strumento di sfogo per gli schiavi americani che lodavano Dio per alleviare le loro sofferenze, sia riuscita nel tempo a raggiungere sempre più persone.

Nel corso del concerto, gli artisti sono riusciti a comunicare emozioni attraverso il canto, a far riflettere sul significato profondo del Natale, della rinascita e del valore della comunità. “In un momento in cui siamo testimoni di attentati e attacchi in ogni parte del mondo - è stato detto tra un brano e l’altro - vogliamo trasmettere gioia, per provare a pensare ad un mondo lontano dalle paure del quotidiano, dalle brutte notizie di ogni giorno e ritrovare la stessa speranza che avevano gli schiavi che hanno scritto queste canzoni”. La serata è stata un crescendo di sonorità e ogni brano ha voluto lanciare un segnale. “Queste canzoni parlano del Vangelo - ha detto Ammirabile - ma non sono soltanto dei ritornelli religiosi, parlano di qualcosa di grande che la gente ha scritto perchè l’ha sperimentata, la fede”. Sulle note dei classici “Happy day” e “Amen” il coro al completo ha salutato il pubblico presente augurando a tutti un felice 2017.

Rossella Galati

gospel4

gospel2

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa