Soverato: presentato lo spettacolo “Guglielmo - quando nessuno ci credeva”
Menu

Soverato: presentato lo spettacolo “Guglielmo - quando nessuno ci credeva”

presentazione spettacolo Guglielmo Papaleo 1SOVERATO – Si terrà sabato 12 marzo alle ore 21 al Teatro comunale di Soverato lo spettacolo “Guglielmo – quando nessuno ci credeva”, ovvero la storia dell’imprenditore catanzarese del caffè Guglielmo Papaleo. Lo spettacolo, su iniziativa di Confindustria Catanzaro Giovani Imprenditori, è scritto e diretto da Gregorio Calabretta ed è interpretato da Giovani Imprenditori di Confindustria Catanzaro e da attori del Teatrostudiomediterraneo.
Ieri pomeriggio, nella sala Giunta di Palazzo di Città di Soverato, è stato presentato lo spettacolo in una conferenza stampa che ha visto la presenza del sindaco Ernesto Alecci, del Consigliere con delega a Turismo, Cultura e Spettacolo, Emanuele Amoruso, di Gregorio Calabretta e di alcuni giovani imprenditori che saranno protagonisti dello stesso.
Il consigliere Amoruso, aprendo i lavori, ha ricordato la figura di Guglielmo Papaleo, sia dal punto di vista imprenditoriale che umano, dicendosi orgoglioso di poter ospitare questo spettacolo anche a Soverato avendolo visto a Catanzaro nel novembre 2015 ed apprezzandolo molto. Inoltre, Amoruso, ha anche ricordato il rapporto di stima e di amicizia che lo lega famiglia Papaleo.

Il sindaco Alecci, nel suo intervento, ha affermato che Guglielmo Papaleo “è una figura di successo imprenditoriale che deve essere da esempio per presentazione spettacolo Guglielmo Papaleo 2le nuove generazioni in una terra difficile come la nostra. Vedo le nuove generazioni amareggiate – ha detto - e disilluse che non riescono neanche a sognare un futuro. La Calabria è piena di difficoltà ma anche ricca di opportunità in molti ambiti, da questo punto di vista, ancora inesplorati. Papaleo è un esempio di successo - ha proseguito - e mi complimento con i giovani imprenditori per l'iniziativa, perchè se loro fanno squadra è importante anche per dare una speranza in più alla nostra terra. Invitiamo tutti a venire a teatro a vedere questo spettacolo che può essere da stimolo per tanti giovani e non solo.”

Il regista Gregorio Calabretta, ha raccontato che lo spettacolo “nasce da un'idea di Marco Rubbettino con gli stessi Giovani Imprenditori ed è stata sposata benissimo da ciascuno di loro. Grazie alla famiglia Papaleo per la fiducia – ancora Calabretta - questo è uno spettacolo che induce all'ottimismo nei giovani e fa capire che si può fare impresa anche qui in Calabria e bisogna crederci. Ho visto con quale determinazione questi giovani imprenditori hanno lavorato anche per questo spettacolo, vogliamo che i nostri ragazzi ci credano. Grazie all’amministrazione comunale,
ad Amoruso, cortese e disponibile così come il sindaco Alecci. Lo spettacolo parte dagli anni '30 sino al 2003 e ripercorre non solo la vita imprenditoriale di Guglielmo Papaleo, ma anche il suo modo di essere, di scherzare e di rapportarsi con gli altri.”

Caterina Froio, giovane imprenditrice che sarà una delle protagoniste dello spettacolo, ringraziando l’amministrazione comunale, che ha patrocinato l’evento e concesso l'utilizzo del teatro comunale, ricordando che l’idea e l’iniziativa nasce da Marco Rubbettino, ha anche evidenziato che sono stati raccolti dei fondi da donare in beneficenza.
Inoltre, ha ricordato che sabato 12 marzo gli spettacoli saranno due: alle ore 10:30 con le scuole e il serale alle ore 21 con il costo del biglietto di 10 euro nei punti vendita “Pasticceria Perri” a Soverato e il bar “Gusto” presso il centro commerciale “Le Vele”, oppure presso la sede di Confindustria Catanzaro o la sera stessa a teatro si potrà comunque acquistare il biglietto. Inoltre Caterina Froio ha ringraziato anche Calabretta che ha creduto in questo progetto e gli attori del Teatrostudiomediterraneo che, a titolo gratuito, hanno contribuito alla riuscita dello spettacolo.

Antonio Ranieri, giovane imprenditore soveratese, ha ringraziato Marco Rubbettino per l’iniziativa e Gregorio Calabretta che – ha detto – “ci ha messo in condizione di poter recitare ed abbiamo riscosso un grande successo a novembre a Catanzaro. Grande lavoro da parte di Calabretta per raccogliere informazioni di Guglielmo Papaleo imprenditore ma anche di Guglielmo papà e ragazzo prima, non a caso, nello spettacolo è riportata in maniera fedele la sua figura. Un grazie anche all’amministrazione comunale di Soverato che ha accolto con entusiamo l’iniziativa ed a Rossella Galati per il lavoro svolto insieme a noi”.

L’ultimo intervento è stato quello di Antonia Abramo, giovane imprenditrice e protagonista nello spettacolo: “Le emozioni vissute a novembre al Politeama di Catanzaro – ha detto – spero possano riproporsi anche a Soverato. E’ un’esperienza unica nel suo genere ma è stato un modo per risvegliare la nostra identità territoriale, ovvero l'amore per la nostra terra. Marco Rubbettino ci ha incoraggiati quando nessuno ci credeva e poi Gregorio Calabretta ci ha incoraggiati a sua volta per la realizzazione dello spettacolo ed è stato l'artefice di tutto ciò.”

Video

Guglielmo Quando nessuno ci credeva Soverato
Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa