Soverato Calcio a 5
Menu

Soverato Calcio a 5

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Sanità Day: i Sindaci della Locride chiedono il sostegno dei cittadini

44024999 1127726357384051 8449812293285314560 oIn merito alle mai risolte criticità di cui soffre ormai da dieci anni l’Ospedale di Locri, il cui declino è cominciato con la legge nº 9/07 del 11/05/2007, che ha trasformato le 11 ASL regionali in 5 maxi ASP e spostato la direzione generale del nosocomio da Locri a Reggio Calabria facendo venir meno la gestione diretta dell’ospedale, l’Assemblea dei sindaci della Locride, con un incontro tenutosi martedì 9 ottobre presso la Sala Consigliare del Comune di Siderno, ha stabilito di comune accordo di avviare un’ulteriore azione di protesta democratica al fine di sollecitare una volta per tutte i necessari interventi di chi di competenza.
Onde evitare qualunque forma di strumentalizzazione politica e la replica di manifestazioni simili a quelle che, ciclicamente, sono state proposte nel corso degli anni, la formula di protesta scelta dai primi cittadini del comprensorio sarà quella di un presidio giornaliero, che si protrarrà fino a quando alla popolazione delle Locride non saranno date risposte certe in merito al futuro dei servizi sanitari di cui dovrebbero godere per quanto sancito dalla Costituzione Italiana.
Per garantire il buon esito dell’iniziativa, questa forma di protesta, nell’occasione corrente, si avvarrà del supporto di una piattaforma aperta anche durante i giorni del presidio utile a tracciare una strada che porti finalmente al funzionamento di una struttura sanitaria dall’importanza fondamentale per il nostro comprensorio. Al centro di questa piattaforma, dieci questioni troppo a lungo rinviate, risolvendo le quali, i sindaci ne sono convinti, si potranno garantire davvero ai cittadini i Livelli Essenziali di Assistenza che qualcuno vorrebbe farci credere siano già assicurati alla cittadinanza.
I sindaci, dunque, chiedono:
1. Costituzione di un’unità strategica per l’ospedale di Locri
2. Un Ospedale “Spoke” a tutti gli effetti
3. Rispetto della dotazione dei posti letto
4. Adeguamento immediato delle risorse umane, tecnologiche e strumentali di ogni Struttura di ricovero.
5. Nomina dei primari in tempi brevi e certi
6. Copertura del personale medico e paramedico come da pianta organica
7. Rigida applicazione del piano aziendale
8. Efficientamento del Pronto soccorso
9. Ripristino della Casa della Salute di Siderno
10. Risoluzione delle problematica legata alla risonanza magnetica
Affinché questa lotta abbia l'eco che merita, tuttavia, è necessario adesso che tutti i cittadini della Locride si schierino al fianco dei propri primi cittadini, partecipando alla protesta in maniera civile ma decisa e rivendicando così, al fianco degli amministratori locali, i diritti che spettano loro.
L’invito, anzi la preghiera che i sindaci rivolgono ai cittadini, è dunque quella di sostenerli in questa battaglia stando al loro fianco dinanzi all’ospedale di Locri a cominciare dalle ore 9:30 di sabato 20 ottobre e fino a quando si renderà necessario continuare a protestare.
La battaglia per l’ospedale è una battaglia di civiltà che ci accomuna tutti.
Non possiamo restare in silenzio dinanzi a uno smantellamento sconsiderato che rischia di lasciare 150mila persone senza un avamposto sanitario.

Due istituti uniti da un Programma vincente: Erasmus+

8c36b38b 5725 45b1 9bfc 1c67818c22a7L’ I.I.S. Petrucci-Ferraris-Maresca di Catanzaro e l’Itt G. Malafarina di Soverato hanno organizzato sabato 13 ottobre un evento congiunto di Info-Disseminazione c/o l’Istituto Tecnico Professionale Ipsia G. Ferraris di Catanzaro, nell’ambito dell’iniziativa #ErasmusDays 2018 in Europa promossa dall’Agenzia Erasmus+ francese: https://www.generation-erasmus.fr/erasmus-days/erasmus-from-different-views/
“Erasmus+ from different views” ha lo scopo di disseminare i risultati dei progetti condotti dai due istituti e di accrescere l’entusiasmo nella comunità nei confronti di un programma vincente quale è Erasmus+. Dopo i saluti istituzionali della Dirigente delI’I.I.S. Petrucci-Ferraris-Maresca, Maria Murrone la referente Erasmus dell’Istituto catanzarese ha illustrato il notevole impatto che il progetto “Drop out coaching at school” ha avuto sulla sua scuola e sul territorio. Il ruolo delle soft skills nella gestione delle attività promosse dal Programma è stato il tema di Antonella Morrone dell’Itt Malafarina, nella duplice veste di docente Erasmus e di genitore di un Erasmus boy. Parimenti l’importanza delle tecnologie informatiche nei progetti è stata sottolineata dall’Animatore Digitale dell’I.I.S.Petrucci-Ferraris-Maresca, Alessandra Sia. Di notevole interesse le testimonianze degli stessi studenti: Denys Shvets del Ferraris ha rimarcato i benefici del programma, quali il lavorare in team e lo sviluppo di una cittadinanza attiva, mentre Fabio Dominijanni ha corredato il suo intervento con un filmato illustrante le attività di alcuni dei progetti gestiti dal Malafarina: “Youngsters Nowadays, Where from, where to”, “Gentle teaching“ e “Letters”, rivelando competenze sicuramente riconducibili al Programma quali leadership e creatività. Savina Moniaci, Referente Erasmus+ dell’Istituto Tecnico Tecnologico soveratese, nonché ambasciatrice Epale per la regione Calabria, ha concluso l’evento, illustrando le opportunità offerte dalle varie azioni del programma rivolte sia ai discenti che agli adulti, ponendo come esempio i nuovi progetti approvati: dalle azioni chiave 2 tra solo scuole come in “ Let’s Use Energy Usefully” per lo sviluppo di modalità operative efficaci che consentano agli studenti il rispetto delle risorse ambientali, attraverso un uso consapevole delle fonti rinnovabilil’ e in “The future is Today” per orientare la formazione attraverso il confronto con le identità culturali straniere. L’azione di formazione si è poi orientata alle mobilità dello staff previste dall’azione 101 attraverso “Bridging the Gaps” che prevede la frequenza di corsi metodologici di docenti, tecnici e personale amministrativo in Islanda, Olanda, Finlandia-Estonia e Malta, per concludere con le azioni vet: “Run up” con attività di Jobshadowing a Malta e in Irlanda per docenti e mobilità della durata di un mese per ben 50 studenti, in regime di alternanza scuola-lavoro in Belgio, Irlanda e Malta.
Due istituti con vocazioni tecniche diverse, ma accomunate secondo il Dirigente dell’ITT G. Malafarina, Domenico Agazio Servello, dall’obiettivo di estendere le reti della conoscenza attraverso la formazione degli studenti e degli insegnanti all’estero per sostenere l’innovazione e l’imprenditorialità e rimuovere il gap formativo sia nei giovanissimi che negli adulti. L’evento è stato trasmesso in streaming su: https://youtu.be/V-eN-42xtkg

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa