Colpaccio del Davoli Academy, battuto al “Pala Scoppa” l’ex capolista Django Locri
Menu

Colpaccio del Davoli Academy, battuto al “Pala Scoppa” l’ex capolista Django Locri

DAVOLI ACADEMY/BLINGINK SOVERATO 2
DJANGO BH LOCRI FUTSAL 1

DAVOLI/SOVERATO: Sperlì, Bilotta, Parafati R., Raffaele, Celia, Parafati F., Santise C., Santise A., Curcio, Ranieri, Panetta. All. Cosentino
DJANGO LOCRI: Mazzei, Pestich, Orlando, Gnisci, Rappocciolo, Palumbo, Errigo, Longo, Carabetta, Parrinello, Palamara, Audino. All. Ferrara
ARBITRO: Di Benedetto di Lamezia
MARCATORI: 11’ Celia, 25’ Gnisci, 50’ Raffaele
NOTE: Espulso al 44’ Parafati R. (DS) per doppia ammonizione. Ammoniti Celia, Parafati R., Pestich. Recupero 1’ pt, 3’ st

davoli acadamy 1SOVERATO – Vittoria che vale doppio per il Davoli Academy/Blingink Soverato, nuova vice-capolista del girone B di Serie C2 dopo cinque giornate grazie all’importantissimo (e sudatissimo) 2-1 conquistato al “Pala Scoppa”, al termine di una grande partita, contro il Django Locri che, prima del fischio d’inizio, occupava la vetta della classifica a punteggio pieno. I ragazzi di mister Cosentino raggiungono i reggini al secondo posto con 12 punti, uno in meno rispetto alla nuova leader del torneo Ludos Vecchia Miniera; un risultato che la squadra del presidente Comito e del vice Maiolo festeggia a dovere al termine al termine dei sessanta minuti di gioco e che la rende ancora più consapevole del suo potenziale. E’ il suo terzo successo consecutivo, giunto come detto dopo un match tesissimo ed incerto fino all’ultimo che ha divertito ed entusiasmato il pubblico presente quest’oggi sugli spalti del palasport soveratese. Nella prima frazione di gioco il Locri di mister Salvatore Ferrara cerca di far valere la sua grande forza tecnica facendo girare la palla molto bene e creando diversi pericoli dalle parti di Sperlì, strepitoso anche questo pomeriggio nel neutralizzare gli attacchi di Rappocciolo e soci; la gara però la sblocca all’11’ il Davoli-Soverato che, dopo aver difeso molto bene le minacce ospiti, trova ldavoli acadamy 2’1-0 grazie ad un rasoterra su calcio piazzato di Celia. Il Locri non ci sta, ripropone la sua fitta rete di passaggi e si rifà sotto con capitan Orlando, Pestich e Errigo, Sperlì però c’è così come Bilotta, baluardo difensivo oggi tra i migliori in campo. Gli amaranto alla fine trovano il pareggio sfruttando l’unica disattenzione soveratese, segna Gnisci al termine di una micidiale ripartenza nata da un errore in disimpegno dei locali. Il primo tempo si chiude con un’occasione per parte non sfruttata, Errigo e Celia si vedono respingere i propri tentativi da Sperlì e Mazzei. Il Davoli-Soverato inizia bene il secondo tempo, ma il Locri risponde a tono; le occasioni fioccano dall’una e dall’altra parte, al 37’ Celia sbaglia clamorosamente sottoporta e, pochi istanti dopo, sono la traversa e ancora Sperlì a negare la rete al locrese Palumbo. Bilotta raccoglie gli applausi del pubblico salvando in maniera provvidenziale altre offensive ospiti, il Django insiste e si sfrega le mani quando al 44’ Riccardo Parafati del Davoli-Soverato viene espulso per doppia ammonizione; l’episodio però non scompone affatto i ragazzi di mister Cosentino che, al contrario, rimettono il muso avanti a dieci minuti dal triplice fischio dell’ottimo arbitro odierno Di Benedetto; è il 50’, Andrea Raffaele ha palla sulla sinistra, dribbling in pallonetto molto spettacolare sul marcatore, finta di corpo e gran tiro a seguire che si insacca sotto la traversa facendo esplodere i compagni ed il pubblico locale per il nuovo vantaggio. Nel finale i locali falliscono delle occasioni per triplicare (Antonio Santise e ancora Celia), il Locri cerca il pari disperatamente provando il quinto uomo (traversa del soveratese Bilotta nel frangente, direttamente dalla sua metà campo), ma non riesce nel suo intento vedendosi così costretto ad arrendersi al cospetto di un grandissimo Davoli-Soverato, che ora sogna in grande e che è atteso dalla prossima trasferta di Villa San Giovanni dove affronterà, nel sesto turno sabato prossimo, lo Xenium.

Francesco Gioffrè

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa