Giovinco trascina il Catanzaro, 3-1 dei giallorossi sul Matera
Menu

Giovinco trascina il Catanzaro, 3-1 dei giallorossi sul Matera

CZ MateraCATANZARO - Successo pesante per il Catanzaro che supera con un bel 3-1 il Matera nel match del “Ceravolo” valevole per il ventottesimo turno del girone meridionale di Lega Pro. Era una partita delicata per entrambe le squadre, reduci da momenti difficili: il Matera ha preso le misure nei primi minuti martellando un Catanzaro apparso fin troppo timoroso per gran parte del primo tempo. Come per incanto, però, un palo preso in pieno ha fatto scattare la proverbiale molla ai giocatori giallorossi che così hanno reagito alla fase di difficoltà iniziale tentando diverse volte la via della rete, trovata a dieci giri di orologio dal duplice fischio grazie ad un grande goal di Giovinco. Dopo un avvio di secondo tempo alla “camomilla” arriva la doccia fredda per i locali a causa del pareggio firmato Lanini, bravo a sfruttare una disattenzione difensiva. Ma il Catanzaro oggi non vuole perdere ed è deciso ad infliggere un altro dispiacere al Matera, il quinto consecutivo; è Giovinco il protagonista assoluto della vittoria, costruita quando tutto sembrava perduto unicamente grazie a lui. Il 10 fa tutto, si prende la punizione dalla quale nasce il nuovo vantaggio firmato Icardi e, subito dopo, ottiene e trasforma il rigore della tranquillità che dà al Catanzaro più ossigeno nella lotta salvezza, una lotta che prosegue dopo i risultati odierni tutti favorevoli alle squadre che stanno cercando punti pesanti per uscire dalle zone pericolose della classifica.

Cronaca partita - Come annunciato alla vigilia “nuovo” 4-4-2 per il Catanzaro di mister Erra che scioglie i dubbi sulle corsie esterne schierando Pasqualoni e Sabato, Van Ransbeeck la spunta a centrocampo insieme a Icardi e Maita mentre, supportati da Giovinco, sono Cunzi e Gomez le punte. Difesa e attacco a tre, invece, per il Matera dell’ex tecnico giallorosso Auteri; davanti al portiere Tozzo, Mattera e Bertoncini, assieme a Ingrosso, vengono preferiti a Scognamillo e De Franco, Di Lorenzo e Casoli sulle fasce mentre al centro dell’attacco Negro titolare, panchina per il rientrante Infanino, ali Strambelli e Lanini. È la squadra ospite a fare la partita, lucani attenti in difesa e in costante pressing nel settore avanzato del campo. Nei primi dieci minuti occasioni per Negro e Casoli che scaldano i guantoni di De Lucia, mentre al 17’ sempre il centravanti ex-Salernitana ha un'opportunità ghiotta, sprecata da un colpo di testa impreciso ad un metro dal palo scoperto. Il dominio azzurro prosegue nonostante la perdita dell’infortunato Ingrosso, sostituito dall’altro ex di gara De Franco, Lanini impegna il portiere catanzarese con un insidioso rasoterra e la formazione ospitata continua la pressione su un Catanzaro chiuso nella propria metà campo e incapace di farsi vedere dalle parti di Tozzo. Tutto questo dura però meno di mezz'ora dal calcio d'inizio, ad un tratto infatti i giallorossi hanno il primo sussulto dell'incontro, è il 25’ quando la conclusione dal limite di Icardi colpisce il palo con Tozzo fuori causa. L’episodio scuote in positivo le Aquile che insistono alla mezz'ora con un altro tentativo da fuori da parte di Cunzi, stavolta è bravo l’estremo difensore del Matera a salvare in corner. La spinta dei calabresi continua e sfocia, al 35’, nel vantaggio: su azione da rimessa laterale Van Ransbeeck imbecca Giovinco dalla trequarti, il numero 10 dopo aver aggirato due marcatori infila sul secondo palo scatenando l’entusiasmo del “Ceravolo”. Il gol sblocca il Catanzaro, vicinissimo subito dopo al raddoppio con un pallonetto da centrocampo di Maita che tenta di sorprendere Tozzo, questo momentaneamente fuori dalla propria porta; è il segnale che Patti e soci hanno riacquistato fiducia, così sono riusciti a condurre avanti fino al riposo senza soffrire le avanzate degli avversari. Niente di rilevante nel primo quarto d'ora della ripresa, le azioni di rilievo latitano per l'imprecisione nei passaggi. Al 64’ però viene ristabilita la parità, Iannini da 50 metri lancia verso l'area, Lanini sfrutta l'errore di Pasqualoni e scavalca De Lucia, uscito sui piedi del giocatore del Matera senza successo, con un tocco rasoterra facendo rotolare la palla in rete. L’equilibrio viene però spezzato presto da un altro episodio improvviso che sorride al Catanzaro; punizione guadagnata da Giovinco a due passi dall’area di rigore e battuta dallo stesso fantasista giallorosso, Tozzo fa il miracolo deviando sull’incrocio ma, per sua sfortuna, Icardi è appostato proprio davanti alla linea di porta e per lui mettere in rete sotto la “Capraro” è una barzelletta spingere dentro. Passano tre minuti ed è protagonista sempre lui, Giovinco, che sfuggito a destra si procura un rigore netto per atterramento di Iannini ai suoi danni, dal dischetto ci pensa ancora lui a spiazzare Tozzo per siglare un 3-1 di importanza capitale. Dopo l’uscita dal campo del migliore in campo di oggi, sostituito da Mancosu e salutato dal pubblico con una standing ovation, c'è stato giusto lo spazio per un tentativo di Negro che manda la palla sull'estero della rete, di testa, da buona posizione. La vittoria va al Catanzaro tra gli applausi di un pubblico soddisfatto, l’undici giallorosso è ora atteso, domenica prossima, da un’altra sfida salvezza sul campo del Melfi penultimo da vincere a tutti i costi.

Francesco Gioffrè

CATANZARO 3

MATERA 1

CATANZARO: De Lucia, Pasqualoni, Patti, Prestia, Sabato, Maita (85’ Carcione), Van Ransbeeck, Icardi, Giovinco (81’ Mancosu), Cunzi, Gomez (68’ Sarao). In panchina Svedkauskas, Leone, Zanini, Pagano, Bensaja, Esposito, Cedric, Imperiale. All. Erra

MATERA: Tozzo, Mattera, Bertoncini, Ingrosso (15’ De Franco), Di Lorenzo, Iannini, Salandria, Casoli, Strambelli (59’ Infantino) Lanini (78’ Dammacco) Negro. In panchina D’Egidio, Scognamillo, Armeno, Meola, Biscarini, Gigli. All. Auteri

ARBITRO: Zanonato di Vicenza (Zancanaro di Treviso e Michieli di Padova)

MARCATORI: 35’ e 76’ (rig.) Giovinco, 64’ Lanini, 73’ Icardi

NOTE: Pomeriggio soleggiato, spettatori circa 1000 con rappresentanza ospite. Ammoniti Sabato, Iannini, Bertoncini, Salandria, De Franco, Van Ransbeeck, Prestia. Recupero 0’ pt, 3’ st.

 

RISULTATI 28.a GIORNATA LEGA PRO GIRONE C: Catania-Melfi 0-2, Catanzaro-Matera 3-1, Fondi-Taranto 1-1, Messina-Monopoli 1-0, Reggina-Casertana 3-0, Siracusa-Vibonese 4-1, Virtus Francavilla-Lecce 2-1

ORE 18.30 Fidelis Andria-Akragas, Foggia-Juve Stabia e Paganese-Cosenza.

CLASSIFICA: Lecce 58, Foggia 56, Matera e Juve Stabia 49, Francavilla 48, Siracusa 41, Fondi 40, Catania, Cosenza e Casertana 39, Andria 38, Paganese 33, Monopoli e Messina 30, Taranto 29, Catanzaro e Reggina 27, Akragas 24, Melfi 20, Vibonese 19

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa