Il Catanzaro piega il Fondi e piomba in zona playoff, decide Maita
Menu

Il Catanzaro piega il Fondi e piomba in zona playoff, decide Maita

CATANZARO-RACING FONDI 1-0

CATANZARO : Nordi, Sirri, Gambaretti, Di Nunzio, Zanini, Maita (55’ Kanis), Marin (75’ Icardi), Nicoletti (75’ Nicoletti), Onescu, Falcone (55’ Spighi), Puntoriere (46’ Lukanovic) In panchina Marcantognini, Van Ransbeeck, Riggio, Marchetti, Pellegrino, Imperiale, Anastasi. All. Dionigi

R. FONDI: Elezaj, Galasso, Vastola, Ghinassi (82’ Ciotola), Paparusso, Vasco, Quaini, Ricciardi (62’ Nolè) Addessi, Lazzari (82’ Mastropietro), Corvia. In panchina Cojocaru, Pompei, Maldini, De Leidi, Tommaselli, Pezone, De Sousa, Utzeri. All. Mattei

ARBITRO: Zufferli di Udine (Ass. Caso di Nocera Inferiore e Montagnani di Salerno)

MARCATORE: 9’ Maita

NOTE: pomeriggio freddo. Ammoniti Ricciardi, Vasco, Sirri. Espulsi al 90’ Onescu e Mastropietro. Recupero 0’ pt, 6’ st

us catanzaroCATANZARO - Successo prezioso conquistato nel pomeriggio dal Catanzaro sul Racing Fondi. Ai giallorossi è sufficiente un gol per superare i laziali e prendersi tre punti fondamentali che li proiettano in piena zona playoff. A quota 24, i ragazzi di mister Dionigi danno seguito al successo esterno sul Sicula Leonzio regalando una bella boccata di ossigeno a tutto l’ambiente, soddisfatto per la prova corsa e cuore offerta oggi al “Nicola Ceravolo”. La sfida al Fondi si è infatti aperta nel migliore dei modi per i calabresi , avanti già al 9’ grazie a Maita, al rientro tra i titolari e bravo a trafiggere l’estremo difensore albanese dei rossoblu ospiti, Elezaj, con un fendente rasoterra dal limite dell’area. Il primo tempo continua con le ‘Aquile’ che restano in controllo della contesa , mancando anche il raddoppio in due circostanze con Puntoriere e Onescu. Ripresa, però, di marca laziale, il tecnico Mattei cambia l’assetto tattico con le sostituzioni, il 3-5-2 iniziale si trasforma in un modulo più spregiudicato portando le punte a quattro; De Sousa, Nolè, Corvia e Lazzari impegnano a più riprese un attento Nordi, strepitoso su Quaini al 70’. Dionigi però serra i ranghi della squadra che , con le unghie e con i denti, difende strenuamente il vantaggio acquisito . Animi accesi nel finale, vanno a farsi la doccia in anticipo Onescu ed il neo entrato Mastropietro per una mischia furibonda dopo un intervento cattivo di Quaini su Benedetti, i minuti di recupero sembrano non finire mai, ma dopo l'opportunità fallita da Kanis arriva il triplice fischio che dà ancora più fiducia a tutto il Catanzaro, che domenica prossima osserverà il proprio turno di riposo prima di tornare, ancora in casa, contro la Paganese tra quattordici giorni.

Francesco Gioffrè

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa