Il Catanzaro vince e convince, battuto di misura il Potenza
Menu

Il Catanzaro vince e convince, battuto di misura il Potenza

CATANZARO-POTENZA 1-0
CATANZARO: Golubovic; Celiento, Riggio, Pambianchi; Statella, Maita, Iuliano (78’ De Risio), Nicoletti; Giannone (60’ Kanoute), Ciccone (75’ Repossi), Fischnaller (60’ D'ursi). In panchina Elezaj,Infantino, Favalli, Signorini, Eklu, Mittica, Figliomeni, Posocco. All. Auteri
POTENZA : Ioime; Coccia, Emerson, Di Somma; Guaita (63’ Franca), Piccinni, Dettor (90’ Coppola), Sales (80’ Pepe), Giron (80’ Panico); Genchi, Strambelli. In panchina Breza, Matino, Caiazza. Matera, Mazzoleni, Fanelli, Laveque, Coppola Allenatore: Ragno
ARBITRO: Carella di Bari (Assistenti: Mittica e Gregorace di Bari)
NOTE: Pomerggio nuvoloso. Spettatori 5231 (3848 paganti di cui 361 ospiti) Ammoniti Emerson, Pambianchi, Genchi e Di Somma. Recupero 2' pt, 5' st

rigore cz potenza 1 0CATANZARO – Classico “buona la prima” per il Catanzaro 2018/19 grazie al primo successo in campionato ottenuto nel pomeriggio, davanti al proprio pubblico (oggi in grande spolvero il tifo della Curva “Capraro”), ai danni del Potenza. Il popolo giallorosso, in visibilio per l’ottima prestazione offerta dalla squadra di mister Gaetano Auteri, ha così festeggiato come merita dopo il triplice fischio di una gara molto equilibrata tra due ottime compagini; molto concreto il Catanzaro, passato in vantaggio su rigore in avvio di gara e bravissimo a gestire il risultato per il resto della gara. Mai domo invece l’undici lucano, compatto e “fisico” e spesso offensivo per cercare il pareggio, soprattutto nel secondo tempo; tuttavia non si è reso particolarmente pericoloso perché l’ottima retroguardia di casa ha saputo respingere molto bene i vari attacchi. Così ecco tre punti per le ‘Aquile’, i primi tre dopo un solo incontro; ovviamente ciò fa ben sperare tutto l’ambiente in vista di questo campionato che si preannuncia comunque difficile. Ma come si dice, chi ben comincia è a metà dell’opera, e arrivare al derby di Rende forti del primo cin-cin di certo rappresenta un ottimo biglietto da visita. Ricordati Vinicio Caliò e Carlo La Forza, tifosi giallorossi scomparsi (il primo durante la tragedia del Camping “Le Giare” nel 2000, il secondo indimenticato per aver sottoscritto l’abbonamento qualche stagione fa pur essendo in fin di vita), mentre applausi scroscianti per l’ospite d’onore Orlando Fratto, il “Guerriero” soveratese e grande sostenitore del Catanzaro, presente quest’oggi allo stadio.
curva cz potenzaLA PARTITA – Solito 3-4-3 per Auteri che lancia dal 1’ l’ala sinistra Fischnaller al fianco della punta Ciccone e dell’esterno destro Giannone; Nicoletti-Statella coppia di fascia con Maita e Iuliano a centrocampo, trio difensivo con Pambianchi, Riggio e Celiento davanti allo sloveno Golubovic. Potenza invece schierato dal tecnico Ragno con il 3-5-2, in campo gli esperti Genchi e Strambelli (coppia d’attacco), il difensore centrale Di Somma ed il trequartista Giron. Entusiasmo alle stelle per i cinquemila del “Nicola Ceravolo”, gran tifo da parte dei calorosissimi supporters giallorossi, ma molto rumorosi anche i circa trecento potentini assiepati nella Est. Parte bene la squadra di casa che si guadagna un rigore dopo appena 7’, il penalty che poi deciderà il match; Nicoletti viene falciato nettamente all’altezza del vertice destro dell’area e Ciccone spiazza dal dischetto Ioime. Non accade null’altro fino al riposo, ottimo il gioco di prima dei calabresi, molto mobili soprattutto grazie alla velocità di Giannone, mentre gli ospiti si fanno vivi solo allo scadere con un fendente di Di Somma bloccato a terra dall’attento Golubovic. Nel secondo tempo i rossoblu cercano di impensierire il portiere giallorosso soprattutto con i calci da fermo, sono infatti molto frequenti le uscite volanti del numero 1 che si salva al 70’ quando un colpo di testa di Franca, da pochi passi, finisce fuori per una questione di centimetri. Il Catanzaro da parte sua amministra il vantaggio, offre qualche scorribanda e sfiora il raddoppio al 90’ con un tiro a giro del neo entrato De Risio ben messo in corner da Ioime. Finisce tra gli applausi dei tifosi per un Catanzaro che vince e convince...

Francesco Gioffrè

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa