Impresa del Catanzaro, i giallorossi sbancano Catania
Menu

Impresa del Catanzaro, i giallorossi sbancano Catania

CATANIA-CATANZARO 0-2
CATANIA: Pisseri, Aya, Esposito (46' Curiale) , Silvestri, Calapai (30' Baraye), Angiulli (46' Rizzo) , Biagianti (80' Vassallo), Ciancio, Lodi, Manneh (46' Barisic) Marotta. In panchina Pulidori, Dragan, Scaglia, Bucolo, Mujkic, Brodic. All. Sottil
CATANZARO: Furlan, Celiento, Figliomeni, Riggio, Statella, De Risio (20' Iuliano), Maita, Favalli, Fischnaller (72' Giannone) , Ciccone (80' Infantino) Kanoutè (80' Eklu). In panchina Elezaj, Mittica, Nicoletti, Signorini, Lame, Posocco, Repossi, D'Ursi. All. Auteri
ARBITRO: De Angeli di Abbiategrasso (Ass. Di Benedetto e Pappagallo di Molfetta)
MARCATORI: 15' Kanoutè, 72' Giannone
NOTE: Pomeriggio soleggiato. Presenti circa 7000 spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti Celiento, Silvestri, Marotta, Iuliano, Furlan. Recupero 2' pt, 4' st
catania catanzaroCATANIA - Colpo grosso del Catanzaro che va a vincere, con un netto 0-2, sul campo del Catania nel big match dell'undicesima giornata del girone C di Serie C. Prestazione perfetta della squadra di Auteri, decisa fin da subito a vincere, riuscendoci con grande merito con una rete per tempo e, al contempo, riuscendo a contenere alla perfezione la reazione degli etnei, alla loro seconda sconfitta di fila. I calabresi possono invece tornare a sorridere dopo l'astinenza da tre punti che durava da un mese circa e, ora, tornati in zona playoff agganciando la Casertana in classifica.
LA PARTITA - Il Catanzaro approccia molto bene e fa delle scorribande offensive la sua arma migliore; dopo un primo tentativo dalla distanza di capitan Maita, spentosi sul fondo, arriva al quarto d'ora il vantaggio grazie a Kanoutè. 'Coast to coast' del colored giallorosso e corsa palla al piede fino a giungere a tu per tu con l'ex Pisseri, destro sul primo palo e 'Aquile' avanti. La rete subita scuote gli etnei che si fanno avanti con Marotta e Aya, quest'ultimo vicino al pari con un colpo di testa perentorio, ma impreciso. La gara si accende, iniziano gli interventi duri tra i giocatori in campo e i calabresi insistono, provando a sfruttare le ripartenze, per cercare il raddoppio. I rossoazzurri soffrono e non riescono a combinare granché, complice una prova davvero soddisfacente dei ragazzi di Auteri che non concedono nulla e, al contempo, spingono. E mancano ancora il secondo gol in due occasioni, un tiro cross di Statella, dalla destra sul secondo palo, dove però non arriva nessuno per il tap-in, ed una conclusione a lato di Fischnaller dal limite dell'area. Il duello poi si 'sposta' anche sugli spalti del "Massimino" quando, negli ultimi minuti del primo tempo, fanno il proprio ingresso nel settore ospiti i tifosi catanzaresi; immancabili gli sfottò reciproci a 'suggellare' una rivalità molto forte. Al riposo si va con il Catanzaro meritatamente avanti. Il secondo tempo restituisce al campo un Catania completamente diverso rispetto ai primi 45'; Sottil cambia tutto e rende la sua squadra più spregiudicata spedendo dentro Curiale, Barisic e Rizzo, tutta gente offensiva insomma. Con l'obiettivo di raddrizzare il risultato arrivano i tentativi di Curiale, Mbaye e Marotta, tuttavia i giallorossi non rinunciano a premere pur esseno ora più 'quadrati'. E maledicono la sorte al 63', minuto in cui Fischnaller e Kanoutè si divorano la seconda rete sprecando malamente un velocissimo contropiede; il primo si fa murare da Pisseri mentre il secondo, sulla respinta, colpisce in pieno la traversa. La partita non accenna a calare di ritmo, il Catania si vede annullare il pari di Silvestre per offside due minuti più tardi ed il Catanzaro attacca ancora. E finalmente, al 72', si porta sullo 0-2; il neo entrato Giannone, con un pregevole sinistro a giro sotto l'incrocio, emula Del Piero e fa letteralmente esplodere compagni e tifosi al seguito. A questo punto al Catania non resta altro che spingere, al 77' Biagianti si vede respingere dall'ottimo Furlan un potente rasoterra che poco dopo neutralizza un secondo tiro di Curiale. Nel finale il Catanzaro amministra e va vicinissimo al tris, il palo però nega la gioia del gol al neoentrato Nicoletti.

Francesco Gioffrè

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa