Lega Pro: che beffa per il Catanzaro, il Melfi vince nel finale
Menu

Lega Pro: che beffa per il Catanzaro, il Melfi vince nel finale

CZ MateraMELFI - Incredibile sconfitta per il Catanzaro (foto di repertorio) nella gara di Melfi valida per il ventinovesimo turno del girone C di Lega Pro. I lucani riescono in extremis, dopo una partita destinata allo 0-0, ad imporsi trovando il proprio secondo successo consecutivo, lasciando invece molto amaro in bocca al Catanzaro che non riesce ad approfittare del passo falso del Taranto restando così impantanato nelle sabbie mobili della classifica.

Parità nel primo tempo dove però si registra una superiorità del Melfi sul Catanzaro; i lucani creano tre nitide palle-goal e reclamano un rigore, i calabresi invece fanno molta fatica, ma riescono ad andare negli spogliatoi indenni. Il match riprende con un Catanzaro più propositivo, ma non incisivo, mentre il Melfi dopo aver sofferto trova allo scadere il pesantissimo gol di Vicente che beffa la “Banda Erra”, che ora dovrà necessariamente vincere domenica prossima sul Monopoli.

Cronaca partita - modulo aggressivo per i padroni di casa di mister Diana che sceglie De Vena e Foggia per supportare la punta De Angelis (ex Cosenza), Alessio Esposito e Vicente al centro del campo con Marano mentre in porta l’esperto Gragnianiello. A sinistra in difesa Lodesani gioca al posto dell’indisponibile Russu. Solito e collaudato 4-4-2, d'altra parte, per il Catanzaro di mister Erra che si affida alla “linea verde” per quanto riguarda la fascia difensiva facendo partire titolari Mirko Esposito e Imperiale, in mezzo ecco Sirri con Prestia mentre, a centrocampo, inizia dalla panchina Carcione, dentro Van Ransbeeck in coppia con Maita. Icardi e Cunzi esterni e in attacco, in tandem con Giovinco, c'è Sarao e non Gomez (panca per lui). Inizio livellato, dopo 7’ De Angelis sfiora il vantaggio del Melfi con una punizione dal limite fuori di poco, invece al 10’ è il catanzarese Giovinco a provarci sempre su calcio piazzato, il tiro è però deviato in angolo dalla barriera. Tuttavia sono dei gialloverdi lucani le principali azioni da rete, come per esempio quella di Foggia al 13’, minuto in cui l’ala melfitana ci prova con una conclusione volante su assist di Bruno. Proteste, qualche istante prima, dei locali per un presunto “mani” in area catanzarese non sanzionato con il penalty Da parte sua il Catanzaro bada più che altro a difendersi e tira un sospiro di sollievo alla mezz'ora quando Laezza, da ottima posizione, spedisce fuori seppur con un “tiraccio”. I ritmi poi calano fino al duplice fischio, così squadre al riposo sullo 0-0. Il Catanzaro, dopo l’appannamento dei primi quarantacinque minuti di gioco, approccia bene il secondo tempo affacciandosi pericolosamente in avanti con Van Ransbeeck, il belga impegna Gragnianiello al 50’. Tentano la via della rete anche Sarao (anticipato al momento clou da Laezza) e Imperiale, le Aquile insomma iniziano ad osare di più. Subentra però una fase di nuovo “addormentamento” che blocca ancora la gara, ma i giallorossi tornano a farsi vivi nel finale, il neo entrato Carcione sfiora il montante su punizione dai 25 metri al 75’e poco dopo, sugli sviluppi di un corner, la difesa del Melfi sventa la minaccia. Non succede altro fino al novantesimo quando arriva la colossale beffa per il Catanzaro, Vicente con una punizione dal limite trova impreparato De Lucia segnando così l’1-0 che inguaia ancora di più la formazione giallorossa che ora deve iniziare anche a guardarsi le spalle in classifica.

Francesco Gioffrè

MELFI 1

CATANZARO 0

MELFI: Gragnianiello, Bruno, Laezza, Romeo, Lodesani, Esposito A., Vicente, Marano (78’ Demomtis), De Vena (60’ Gammone), Foggia, De Angelis. In panchina Viola, Grea, De Giosa, Libutti, Battaglia, Pandolfi, Ferraro, Obeng, Gava. All. Diana.

CATANZARO: De Lucia, Esposito M., Prestia, Sirri, Imperiale, Icardi (89’ Mancosu), Maita, Van Ransbeeck, Cunzi, Giovinco (67’ Carcione), Sarao (63’ Gomez). In panchina Svedkauskas, Leone, Pasqualoni, Patti, Bensaja, Basrak, Cedric. All. Erra.

ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale (Fontemurato e Yoshikawa).

MARCATORE: 90’ Vicente.

NOTE: Ammonito Van Ransbeeck. Recupero 2’ pt, 4’ st.

 

RISULTATI 29.a GIORNATA LEGA PRO GIRONE C: Casertana-Messina 0-0, Cosenza-Fidelis Andria 2-1, Juve Stabia-Paganese 0-1, Lecce-Catania 1-0, Melfi-Catanzaro 1-0, Siracusa-Fondi 1-0, Taranto-Akragas 0-2

Ore 18.30 Matera-Reggina e Vibonese-Virtus Francavilla, ore 20.45 Monopoli-Foggia.

CLASSIFICA: Lecce 61, Foggia 59, Matera e Juve Stabia 49, Francavilla 48, Siracusa 44, Cosenza 43, Andria 41, Casertana e Fondi 40, Catania 39, Paganese 37, Messina 31, Monopoli 30, Taranto 29, Catanzaro, Akragas e Reggina 27, Melfi 23, Vibonese 19.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa