Reti bianche tra Cosenza e Catanzaro in un teso “Derby di Calabria”
Menu

Reti bianche tra Cosenza e Catanzaro in un teso “Derby di Calabria”

COSENZA-CATANZARO 0-0

COSENZA: Saracco, Idda, Dermaku, Pascali, Corsi, Calamai, Palmiero (46’ Tutino), Bruccini, D’Orazio (84’ Ramos), Mungo (65’ Okereke),Perez (64’ Baclet). In panchina Zommers, Pasqualoni, Boniotti, Collocolo, Camigliano, Braglia T. All. Braglia P.

CATANZARO: Nordi, De Giorgi (80’ Falcone), Di Nunzio, Gambaretti, Zanini, Spighi, Onescu, Marin, Sabato (19’ Riggio), Maita, Infantino (57’ Corado). In panchina Marcantognini, Cason, Nicoletti, Van Ransbeeck, Cunzi, Letizia, Badjie, Puntoriere, Sepe. All. Pancaro

ARBITRO: Volpi di Arezzo (Ass.Rossi di Novara e Affatato di Verbano Cusio Ossola)

NOTE: spettatori circa 7000 con almeno cinquecento catanzaresi al seguito. Espulso Onescu al 90’. Ammoniti Mungo, Corsi, Nordi, D'Orazio, Idda, De Giorgi, Infantino, Marin. Recupero 4’ pt, 5’ st

cs cz foto 1COSENZA - Termina 0-0 il Derby di Calabria del turno numero 34 del girone meridionale di Serie C. Al “San Vito - Luigi Marulla” il Cosenza ed il Catanzaro danno vita ad un derby non bellissimo, ma sicuramente acceso per gli innumerevoli contrasti di gioco visti in campo, conditi dal nervosismo che ha costretto il direttore di gara a fare incetta di cartellini gialli. In effetti c’è poco da raccontare dal punto di vista tecnico, la compagine locale ha cercato di sfruttare il fattore campo, ottenendo però poco perché gli ospiti di mister Pancaro si sono saputi difendere bene senza rischiare granché. Il compattissimo 3-5-1-1 schierato dal tecnico cosentino delle ‘Aquile’ ha retto le avanzate degli uomini del grande ex Piero Braglia, da parte loro pericolosissimi soltanto in un momento per il primo tempo ed in un altro per la ripresa; al 20’ infatti il capitano giallorosso Nordi si supera su un tentativo di Pascali sugli sviluppi di un calcio di punizione mentre al 70’ , al culmine di una mischia, la conclusione a botta sicura di Okereke viene ribattuto in maniera provvidenziale dalla difesa catanzarese. Il resto della gara, come detto, è costellato dai falli e dai battibecchi, la tensione tipica dei derby insomma che ha, evidentemente, condizionato la gara (lo provano gli otto ammoniti e l'espulsione nel finale rimediata da Onescu). Il punteggio finale perciò è giusto, un punto positivo per il Catanzaro che così resta imbattuto nei derby col Cosenza di questa stagione e, soprattutto, fa un altro passo verso la salvezza in attesa del confronto interno di domenica prossima contro il Siracusa.

Francesco Gioffrè

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa