Un Catanzaro “guerriero” ritrova la vittoria, battuto il Monopoli al Ceravolo
Menu

Un Catanzaro “guerriero” ritrova la vittoria, battuto il Monopoli al Ceravolo

CATANZARO - MONOPOLI 1-0

CATANZARO : Nordi, Sirri, Di Nunzio, Gambaretti, Zanini, Marin, Onescu, Imperiale (76’ Nicoletti), Falcone (61’ Kanis), Letizia (76’ Benedetti) Infantino (69’ Puntoriere). In panchina Marcantognini, Maita, Riggio, Marchetti, Pellegrino, Lukanovic. All. Dionigi

MONOPOLI : Bifulco, Bei (46’ Ferrara), Ricci, Mercadante (81’ Souare), Rota, Zampa, Sounas (81’ Russo), Scoppa (61’ Genchi), Donnarumma (69’ Lobosco), Paolucci, Sarao. In panchina Bardini, Convertini, Zibert, Longo, Todisco, Bacchetti. All. Tangorra

ARBITRO : Zingarelli di Siena (Ass. Berti di Prato e Mariottini di Arezzo)

MARCATORE : 5’ Letizia

NOTE : serata fredda. Spettatori 2791 di cui 48 provenienti da Monopoli. Ammoniti Onescu, Scoppa, Marin, Gambaretti, Russo, Nicoletti. Angoli 2-5. Recupero 2’ pt, 5’ st

cz monopoliCATANZARO - Dopo un mese di astinenza ecco la vittoria del Catanzaro, bravo e determinato a superare davanti al proprio pubblico il Monopoli vice-capolista. Basta la rete di Letizia in avvio per regalare a Dionigi la sua prima gioia da tecnico giallorosso, un successo conquistato grazie ad una prova intelligente della squadra che ha aggredito i rivali nei primi scampoli di gara, trovando il vantaggio anche con un po' di fortuna considerando lo svarione difensivo degli ospiti da cui lo nasce il gol-partita, e contenuto alla grande le scorribande apportate da Sarao e soci alla ricerca del pari. Arriva, finalmente, una boccata d’ossigeno puro per le “Aquile”, ora a quota 15 punti in classifica ed in rampa di lancio per i due prossimi sentiti appuntamenti contro Catania e Cosenza.

La partita: Dionigi vara alcune modifiche rispetto a Brindisi, in mezzo alla difesa Di Nunzio preferito a Riggio, centrocampo rumeno con Onescu e Marin in mezzo (Benedetti in panca), Zanini e Imperiale sulle fasce, tridente d’attacco Falcone-Letizia-Infantino. Monopoli in campo col 3-5-2, in campo gli ex di turno Ricci e Sarao, centrale difensivo e punta, quest'ultimo affiancato dall’ex catanese scuola Juve Paolucci. Non c'è il pienone al “Ceravolo”, ma gli U.C. ‘73 sono come sempre rumorosi e chiedono “11 Guerrieri”. E in effetti i ragazzi in maglia giallorossa partono a spron battuto, lottando sulle palle e aggredendo gli avversari, sorpresi già al 5’ complice il ‘regalo’ del proprio portiere Bifulco che , con un rinvio corto, fornisce l’assist a Letizia per il gol del vantaggio catanzarese. I “Gabbiani” rispondono al 12’ con un minaccioso tiro-cross di Donnarumma da sinistra smanacciato da Nordi; da qui la scossa, il Monopoli diventa più insidioso costringendo le “Aquile” già a difendersi e a tirare un sospiro di sollievo al quarto d'ora, minuto in cui Sarao va in gol, ma in offside. L’inerzia della gara è ora favorevole agli ospiti , stabilmente nella metà campo calabra, ad ogni modo Letizia tiene viva la manovra offensiva della squadra di casa con alcune sortite verso la porta di un Bifulco un tantino distratto soprattutto col pallone tra i piedi. Secondo tentativo biancoverde alla mezz'ora , Ounas manda la palla di poco sopra la traversa con un sinistro dal limite dell’area. La tensione sale in campo e anche in panchina, prima del duplice fischio parole grosse tra Dionigi e staff pugliese così l’arbitro Zingarelli allontana solo il tecnico giallorosso. Il copione resta lo stesso anche nel secondo tempo, Monopoli dunque ancora in attacco e vicinissimo al pari in due momenti ravvicinati, al 54’ quando Paolucci, da pochi passi, aggancia uno spiovente tentando di colpire al volo, ma producendo un tiro impreciso, e al 60’ con un tiro a botta sicura scagliato dal neoentrato Ferrara, sugli sviluppi di un corner, respinto sulla linea da Di Nunzio. La spinta degli ospiti aumenta con l’ingresso del bomber Genchi al posto del centrocampista Scoppa, il pubblico catanzarese capisce il momento e incoraggia i giallorossi che abbozzano una reazione al 68’, Infantino conclude debolmente una mischia e poi, applaudito dallo stadio, lascia il posto a Puntoriere. Gli spazi aumentano negli ultimi minuti, così la partita si accende ancora di più con il Monopoli sbilanciato in avanti e il Catanzaro pronto ad approfittarne. Come accade al 75’ con Kanis (falciato da tergo) che lancia Puntoriere per un duello contro Bifulco, duello però vinto dal numero uno biancoverde. Dopo un finale arrembante del Monopoli, qualche brivido di paura e l’interminabile recupero, allungato di un minuto inspiegabilmente dal direttore di gara, esplode l’urlo liberatorio del popolo giallorosso per una vittoria che, forse (e si spera), rilancia il Catanzaro.
Francesco Gioffrè

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa