Assitur Soverato, finalmente il primo "brindisi"
Menu

Assitur Soverato, finalmente il primo "brindisi"

Assitur Soverato, finalmente il primo "brindisi" - 4.6 su 5 basato su 5 voti

Assitur-Fontanellato 002SOVERATO – Primo “brindisi” stagionale per l’Assitur Corriere Espresso Soverato che, nella settima giornata del campionato di serie A2, conquista una vittoria soffertissima contro un mai domo Fontanellato che ha venduto cara la pelle prima di cedere di misura al termine di un intenso ed emozionante tie-break. Era una partita molto attesa quella disputata in un “PalaScoppa” stracolmo che voleva assolutamente la prima vittoria delle soveratesi dopo sei sconfitte consecutive. Le squadre partivano con i sestetti annunciati: Soverato schierava Della Rosa in regia, Nesovic opposta, Rotondo-Diomede centrali, Glod-Mautino in banda con Lussana ; Fontanellato rispondeva con Valpiani in palleggio, Do Carmo Braga opposta, Sestini e Lapi centrali, Manfredini-Rania martelli con Lunghi libero. Le calabresi partivano bene e con un impressionante turno di battuta di Nesovic (8 aces e tante difficoltà create alla ricezione ospite) si portavano addirittura sul 14-2 sorprendendo oltre che le ospiti anche tutti gli altri. In pratica il break soveratese risultava determinante in quanto le biancorosse chiudevano agevolmente il parziale portandosi in vantaggio. Nel secondo set ci si attendeva una reazione da Fontanellato che arrivava prontamente; le ragazze di coach Botti, partivano subito bene dimostrando continuità in tutti i fondamentali. Le parmensi conducevano ad entrambi i time-out tecnici (5-8 e 13-16); Soverato provava a restare attaccata al punteggio ma le difficoltà di Mautino e Lussana in ricezione non consentivano un gioco fluido a Della Rosa e, sul 19-21, Fontanellato effettuava l’allungo decisivo trascinata da Do Carmo Braga sempre determinante in attacco. Tutto da rifare quindi con il terzo set che iniziava ancora con le ospiti in evidenza che, sulla scia del finale di secondo set, prendevano subito il largo già al primo time-out tecnico (3-8). Valpiani e compagne si dimostravano più reattive e determinate e riuscivano a mettere in grossa difficoltà la ricezione e la difesa soveratese. Manfredini e Do Carmo Braga facevano ciò che volevano in attacco al cospetto di un Soverato spento ed in bambola che si consegnava letteralmente alle avversarie subendo un pesantissimo 11-25 che provocava i primi mugugni del pubblico. Il quarto set era la prova d’appello per le locali e Breviglieri cambiava sin dall’avio, inserendo l’argentina Boscacci al posto di Nesovic in difficoltà anche in attacco. Pur con tanta tensione in corpo, le calabresi riuscivano a partire bene trasformando i timidi mugugni del pubblico in incitamenti; prima l’8-4 e poi il 16-9 in favore di Glod e compagne davano ancora vita alla gara. Fontanellato provava un timido recupero ma le “bocche da fuoco” offensive delle ospiti venivano limitate bene dai muri di Diomede e dall’intensità difensiva di Lussana e Spaccarotella che, nel frattempo, era entrata al posto di Mautino. Boscacci metteva giù palloni pesanti e Soverato chiudeva sul 25-21 rimandando ogni discorso al decisivo tie-break. Per la quarta volta in sette gare disputate dal Soverato, era ancora il quinto set a decidere tutto con il tabù dello 0-3 dei precedenti. Mautino riprendeva il suo posto nello starting-six mentre Boscacci rimaneva in campo. L’equilibrio la faceva da padrone sin dall’avvio e Soverato non si faceva condizionare dalla cabala sfavorevole; al cambio di campo il tabellone segnava 8-7 per le padroni di casa. Fontanellato dimostrava di essere una buona squadra dominata da grande determinazione e sacrificio; si arrivava sul 12-11 e Diomede con un gran muro allungava. Le ospiti non mollavano e rimanevano attaccate alla sfida e, sul 14-12, annullavano il primo match-point ma, sul secondo, Boscacci da seconda linea non perdonava e metteva il sigillo sulla prima “gioia” stagionale dell’Assitur.

Pietro Mosella


ASSITUR C.E. SOVERATO  3

TERRE VERDIANE S.I. FONTANELLATO 2

(25-13, 22-25, 11-25, 25-21, 15-13)

 

SOVERATO: Della Rosa 2, Boscacci 9, Lussana (L), Rotondo 3, Spaccarotella, Mautino 9, Nesovic 17, Moncada n.e., Antonucci 1, Diomede 14, Glod 12. Coach: Breviglieri.

FONTANELLATO: Valpiani 3, Rania 3, Sestini 7, La Rosa n.e., Do Carmo Braga 19, Martini n.e., Lunghi (L), Manfredini 19, Chantava 2, Fabbri 2, Perini, Lapi 12. Coach: Botti.

ARBITRI: Marco Zingaro di Foggia e Mariano Gasparro di Salerno


 

  

 



Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa