L’Assitur Soverato ospita il Fontanellato al “PalaScoppa”
Menu

L’Assitur Soverato ospita il Fontanellato al “PalaScoppa”

L’Assitur Soverato ospita il Fontanellato al “PalaScoppa” - 5.0 su 5 basato su 1 voto

Simona RotondoSOVERATO – Non si può più sbagliare se non si vuole entrare in una crisi che potrebbe assumere la caratteristica dell’irreversibilità: il match di domani pomeriggio alle ore 18 al “PalaScoppa” deve segnare necessariamente il riscatto dell’Assitur Soverato che ospiterà, per la settima giornata del campionato di serie A2, la neopromossa Terre Verdiane Servizi Italia Fontanellato. Un match tutto da seguire e che nasconde tante insidie per il sestetto di coach Breviglieri “condannato” dalla classifica e dal momento negativo che attraversa la squadra (sei sconfitte in sei gare disputate), a cercare la prima vittoria in campionato per sbloccare anche mentalmente una situazione che si sta facendo sempre più pesante. L’avversario odierno non è dei più malleabili, il Fontanellato infatti, reduce dalla vittoria casalinga con Mercato San Severino per 3-1, attualmente conta quattro punti in più delle soveratesi (7 contro i 3 di Soverato) ed ha dimostrato, in quest’avvio di stagione, di essere un buonissimo collettivo. L’allenatore Marco Botti infatti, può contare su una squadra che, pur non “vantando” nomi roboanti, ha dimostrato sin qui, di poter ottenere risultati soddisfacenti con il contributo  di tutte le atlete, giocando effettivamente di squadra. Soverato invece, ancora incerottato, deve dimostrare progressi soprattutto in ricezione e difesa, fondamentali in cui, sin qui, ha zoppicato di più. Mancheranno all’appello nuovamente la regista Moncada, infortunata al ginocchio, e la centrale Ihnatsiuk (ne avrà per almeno un altro mese), mentre l’argentina Leticia Boscacci, farà il suo rientro dalla World Cup disputata in Giappone con la sua nazionale proprio nella giornata odierna, per cui non sarà al meglio, complici un fuso orario da smaltire e le fatiche di coppa. La coppia arbitrale sarà formata da Marco Zingaro e Mariano Gasparro.

Pietro Mosella

 

 


Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa