Blackout, come “sopravvivere” in caso di interruzione di corrente

Blackout, come “sopravvivere” in caso di interruzione di corrente

Al giorno d’oggi l’interruzione di corrente elettrica può diventare un problema ben più grave di come passare il tempo senza annoiarsi: tutto quello che ci circonda in casa, infatti, dipende dalla corrente. Spesso si tratta di piccole interruzioni, risolvibili in pochi minuti o ore (qui trovi come segnalare guasti a Enel), in caso contrario devi essere pronto a gestire al meglio la situazione.

Durante un blackout, quindi, il frigorifero smette di funzionare e i cibi iniziano a scongelarsi, l’aria condizionata e i ventilatori non funzioneranno, si dovranno tirare fuori torce e candele aspettando che la luce ritorni. Vale la pena quindi avere determinate accortezze per arrivare preparati ad un caso in cui si rimanga senza corrente per alcune ore o, nei casi più gravi, per alcuni giorni.

  • Valutazione pericoli. Valuta il tipo di emergenze che la tua casa potrebbe dover affrontare: un’area soggetta a tempeste di neve sarà diversa da una zona dove avvengono frequenti alluvioni, mentre nelle aree urbane dovrai affrontare problemi diversi che in aree rurali.
  • Cucina i cibi che marciranno per primi. La prima cosa da consumare nel frigo sono i cibi deperibili: svuotalo di tutto quello che potrebbe andare a male e cerca di cuocerlo o mangiarlo per primo, per evitare che marcisca e vada sprecato. In ogni caso, evita di aprire il frigo se non è assolutamente necessario. L’aria nel frigo rimarrà fredda per un tempo limitato, anche se non sarà più alimentato. Più esporrai l’interno del frigorifero alla temperatura ambiente, più in fretta si riscalderà e di conseguenza più in fretta andranno a male i cibi.
  • Acquista dei cibi a lunga scadenza che non richiedono la conservazione in frigorifero. Non dimenticare mai di averne a casa una piccola scorta, se non devono essere nemmeno cucinati sono ancora migliori. Si possono conservare per mesi e possono essere una vera salvezza in caso di mancanza di elettricità.
  • Procurati un metodo di riserva per riscaldare cibi e acqua. L’ideale sarebbe avere un fornello da campeggio. Anche un barbecue può essere utile, ma non portarlo in casa perché rischi l’avvelenamento da monossido di carbonio. Una stufa a gas potrebbe funzionare se hai dei fiammiferi per accenderla, ma meglio ancora se la casa è dotata di camino, una fonte ideale di calore e perfetta sia per cucinare che per bollire l’acqua.
  • L’acqua è più importante del cibo. Se la tua riserva d’acqua è controllata da delle pompe, potresti non averne a disposizione durante un blackout. Cerca quindi di avere sempre in casa una scorta di molte bottiglie di acqua potabile.
  • Pensa a un metodo di riserva per riscaldare o rinfrescare la tua casa durante un blackout, secondo i bisogni della tua zona climatica. Se sei in una zona fredda, hai bisogno di fare incetta di legna per la tua stufa o per il camino, mentre se sei in una zona calda, tieni sempre in casa dei ventilatori portatili a batteria.
  • Installa in casa delle luci di sicurezza, così da non rimanere al buio quando mancherà la corrente, e privilegia cucina e bagno, le due stanze più usate della casa. Tieni presente però che molte luci di sicurezza in commercio hanno una durata di circa 90 minuti: cerca quindi di acquistare delle luci di sicurezza che abbiano un sensore di luminosità, altrimenti le batterie saranno consumate prima che arrivi la notte. Le luci di sicurezza più recenti sono in grado di illuminare per periodi più lunghi grazie ai miglioramenti della tecnologia LED e della durata delle batterie.
  • Ricorda che non potrai usare la televisione, le luci, e non potrai fare giochi che prevedano di leggere. Usa la torcia elettrica solo per gli spostamenti. Puoi inventare dei giochi, cantare delle canzoni, o praticare l’antica arte della conversazione, o anche leggere un libro durante le ore diurne, sfruttando la luce del giorno.
  • Procurati una lanterna da campeggio a batteria, illuminerà una stanza meglio di una torcia.
  • Procurati una radio a batterie, per controllare le notizie locali e gli sviluppi dell’emergenza. È una buona idea procurarsi anche un carica batterie per cellulari alimentato con delle pile, perché i cellulari si scaricheranno in fretta, soprattutto se farai delle telefonate per ricevere informazioni sulla situazione.

Consigli

  • Se il tuo computer è collegato a un UPS (Alimentazione non interrompibile) o è dotato di batteria, salva il tuo lavoro e spegnilo prima di consumare la carica residua.
  • Quando manca la corrente e ti trovi nel buio completo, non correre subito a prendere la torcia elettrica. Attendi un minuto o due per abituare gli occhi all’oscurità prima di muoverti, così eviterai molti infortuni fastidiosi.
  • Ricorda che i cordless non funzioneranno durante un blackout, quindi assicurati di avere almeno un telefono a cornetta. I cellulari solitamente funzioneranno, ma ricordati che hanno una carica limitata. Se vivi in una zona dove questi problemi sono all’ordine del giorno, può essere una buona idea installare dei pannelli solari o un mini generatore eolico, e un generatore che bruci un carburante ecologico, come olio di colza, pellet o bio-diesel, batterie a lunga durata ricaricabili.

Avvertenze

  • Questa guida si riferisce a blackout dovuti a guasti minori della durata di qualche giorno, non si riferiscono nello specifico a emergenze come alluvioni, tempeste o terremoti. Avrai bisogno di una preparazione molto più accurata per situazioni di quel tipo.
  • Le candele, se usate impropriamente, possono causare un incendio, quindi usale pure durante un blackout, ma sii prudente e fai attenzione a dove le metti.
  • I generatori a gasolio possono uccidere se usati in spazi non aerati, o che consentono ai gas di scaricare di raggiungere l’abitazione. Il monossido di carbonio, infatti, è inodore e se hai dei rilevatori, probabilmente non funzioneranno a causa del blackout.

 

You may also like