Bolletta energetica salata? Scopri tutti i vantaggi di un camino elettrico

Bolletta energetica salata? Scopri tutti i vantaggi di un camino elettrico

Quando si pensa al camino elettrico, solitamente lo si associa ad una bolletta energetica salata. La convinzione è però errata e come vedremo, tali camini hanno bassi consumi energetici ed un’alta efficienza di riscaldamento. Il tutto senza rinunciare all’innegabile fascino della fiamma, tipica del focolare domestico. Cerchiamo di capire insieme cosa sono esattamente i camini elettrici, analizzandone le principali caratteristiche.

Camini elettrici: cosa sono?

Esteticamente i camini elettrici (scopri tutte le tipologie su maisonfire.com) si presentano in maniera del tutto analoga ad un camino tradizionale, offrendo di contro un preciso vantaggio: l’assenza della canna fumaria. Nonostante alcune credenze che attribuiscono a tale fonte di calore un alto consumo energetico, i camini elettrici offrono invece un consumo contenuto, se rapportato alla reale efficienza. Il funzionamento è del tutto simile a quello di una stufa.

Una volta posizionato difatti, si dovrà semplicemente accendere l’interruttore e in pochi attimi il camino sarà operativo e pronto a riscaldare l’ambiente nel quale viene posizionato. In commercio esiste una varietà pressoché infinita di camini elettrici, differenziati dalla dimensione, dal consumo energetico quindi dall’efficienza, e dal design.

Quali sono i vantaggi di un camino elettrico?

Molti dei vantaggi che derivano dall’utilizzo dei camini elettrici, gravitano intorno all’assenza della canna fumaria. In primi luogo perché non è richiesta alcun tipo di installazione particolare (senza considerare che moltissime abitazioni non sono dotate di tale canna fumaria). In secondo luogo perché non è richiesta alcuna manutenzione. Nei camini tradizionali difatti, periodicamente si deve procedere ad una pulizia accurata degli stessi, dalla polvere, la fuliggine e la cenere. Tutto questo con i camini elettrici non è richiesto.

Il secondo vantaggio, in questo caso molto palese, è il costo d’acquisto inferiore rispetto ad altre soluzioni infinitamente più costose, oltre all’assenza dei già citati costi di installazione. Infine anche a livello estetico sono molto belli da vedere e, in base al modello, possono costituire dei veri e propri complementi di arredo e di design. Tale condizione si verifica grazie alla presenza di fibre ottiche o particolari luci in grado di riprodurre in tutto e per tutto l’effetto della fiamma.

Il camino elettrico è pericoloso?

La risposta al quesito in oggetto è del tutto negativa. Il camino elettrico non è assolutamente pericoloso, ovviamente prestando attenzione nel momento in cui lo si posiziona che non ci siano nelle vicinanze sostanze infiammabili o che comunque la zona prescelta non sia a rischio di incendio. In secondo, alcuni modelli possono essere appesi a parete, ma altri no. Quindi nel caso il desiderio fosse quello di ottenere un effetto “quadro”, ci si deve accertare che sia possibile farlo con il modello scelto.

Infine una buona raccomandazione è quella di proteggere le persone dell’abitazione da un contatto involontario con la zona della fiamma danzante, con un apposito accessorio parafiamma. Tale accessorio è assolutamente indispensabile nel momento in cui in casa fossero presenti dei bambini, per evitare possibili scottature.

Il camino elettrico riscalda davvero?

La risposta è si. Il camino elettrico, se scelto correttamente nelle dimensioni e nella potenza in relazione all’ambiente dove viene posizionato, è assolutamente in grado di riscaldare. Il caminetto elettrico è di fatto un termoconvettore, quindi il calore viene creato da due resistenze, in grado di regalare anche il tipico effetto di fiamma viva. Inoltre sarà possibile anche regolare la potenza, quindi la temperatura dell’ambiente.

Una delle comodità dei camini elettrici, è quella che può essere installato in qualsiasi stanza, compresa la camera da letto, dal momento che senza alcun tipo di combustione, non si corre alcun rischio, come avviene con altre tipologie di riscaldamento. Addirittura in commercio ci sono alcune tipologie di caminetti, che sono in grado di migliorare l’aria dell’ambiente, grazie ad uno ionizzatore. Tale dispositivo è in grado, mediante l’emissione di ioni negativi, di catturare quelle che sono le impurità dell’aria.

È opportuno tenere presente che i caminetti elettrici devono essere considerati sia come integrazione al riscaldamento domestico, che come oggetti di design. In moltissimi modelli difatti, è presente l’opzione per spegnere la parte riscaldane lasciando accesa solamente la fiamma finta, in grado di donare una bellissima atmosfera.

Installazione del camino: accorgimenti

Come anticipato, l’installazione del camino elettrico è molto semplice, e non richiede nessuna competenza. Sarà sufficiente collegarlo alla presa elettrica, accenderlo ed eventualmente regolare il termostato della temperatura. Una dei pochi accorgimenti che si dovranno adottare, è quello di controllare che l’impianto elettrico sia in grado di erogare corrente elettrica in maniera continuativa e che la presa alla quale viene collegato sia in buona salute.

Le tipologie di caminetti elettrici

In commercio esistono varie tipologie di caminetti elettrici, alcuni più potenti ed elaborati di altri. Questi possono essere movibili, quindi trasportabili comodamente da una stanza all’altra mediante delle pratiche ruote, oppure da incasso. In questa seconda ipotesi, i modelli specificatamente progettati, possono essere posizionati sia in uno spazio adeguato all’interno di una parete, che all’interno di un mobile, donando un effetto stilistico in tutto e per tutto simile a quello di un camino tradizionale. Alcuni modelli sono molto piccoli, simili ad una piccola stufa, comodi per fornire un calore localizzato, ad esempio sopra un tavolo o una scrivania, mentre altri sono più simili a dei quadri, quindi facilmente installabili a parete.

Ricapitoliamo in breve i vantaggi dei camini elettrici:

• Il prodotto non necessita di alcuna installazione
• Non è presente una canna fumaria
• Il riscaldamento è del tutto simile ad un camino tradizionale
• Non occorre approvvigionare il camino con il combustibile
• Può essere posizionato ovunque o essere utilizzato come un mobile
• Non è necessario installarli in zone arieggiate
• Non sporca e non richiede alcuna manutenzione, se non la normale pulizia dalla polvere.
• Offre la possibilità di vedere la fiamma, donando calore anche all’atmosfera.

You may also like