Come igienizzare con prodotti bio nanotecnologici

Come igienizzare con prodotti bio nanotecnologici

Igienizzare i locali è un aspetto molto importante per eliminare qualsiasi traccia di virus, batteri, sporcizia e molto altro. Ciò è fondamentale soprattutto in luoghi pubblici, sempre molto affollati, e specialmente nelle fabbriche. Va fatto non occasionalmente, bensì periodicamente, ogni settimana o anche ogni tre giorni.
Purtroppo, quando si vogliono effettuare queste operazioni di igiene e pulizia, si tenderà ad inquinare sempre l’ambiente. Ogni detersivo, detergente, spray ecc. conterrà infatti degli elementi nocivi per l’ambiente, che aumentano anche il CO2 nell’aria e quindi l’effetto serra, la causa principale dei cambiamenti climatici sempre peggiori.

Riguardo a ciò, esiste una vera e propria malattia, chiamata Sindrome da edificio malato, che consiste nell’esposizione continua e quindi cronica alle sostanze nocive contenute nei prodotti usati per l’igienizzazione. Essi possono portare rischi maggiori di insorgenze di malattie ai dipendenti e a chi frequenta la fabbrica o qualsiasi altro locale.

Per esempio, l’esposizione ai VOC, i composti organici volatili, a lungo andare può aumentare il rischio di malattie polmonari ed addirittura di cancro. Tra i VOC rientra l’acetone per le unghie ed il classico cloro.
Inoltre, tornando anche sulla questione ecologica dell’impatto ambientale, questi prodotti non sono completamente degradabili e quindi si accumulano ed aumentano i rifiuti e l’inquinamento ambientale, sia in aria sia sul terreno.

E’ consigliato quindi utilizzare una nuova tipologia di strumenti per pulire ed igienizzare un locale e le sue strutture, ovvero i prodotti bio nanotecnologici, dei detersivi e detergenti completamente naturali prodotti con particolari lavorazioni chimiche.

L’efficacia dei prodotti bio nanotecnologici

Questi particolari prodotti completamente biologici e naturali sono ottenuti tramite particolari trattamenti che non sono chimici, come di solito avviene, bensì puramente meccanici e termici. Questi passaggi si svolgono principalmente tramite regolazioni della temperatura delle sostanze e tramite la tecnologia degli ultrasuoni, nel comprimere, rompere e riassemblare le molecole base.

La nanotecnologia, infatti, punta tutto sulla modifica strutturale e sulle varie tipologie di aggregazioni delle molecole per creare prodotti sicuri, efficaci e per nulla inquinanti per l’ambiente e per la salute dell’uomo.

Questa tecnologia è chiamata cavitazione, e consiste per l’appunto nel partire come base da piante ed oli naturali e da qui attuare tutti i passaggi descritti in precedenza per creare supermolecole sicure ed efficaci. Come dice il responsabile marketing di Eco-Sphere, Andrea Felicani, questi prodotti bio nanotecnologici sono il futuro del settore dell’igiene e della pulizia, e permetteranno di pulire ogni locale e superficie a 360° e senza nessun rischio per la salute di chi ci lavora. Inoltre, grazie al fatto di essere completamente biodegradabili verrà preservato anche l’ambiente, che purtroppo è sempre oggetto ad aumenti dell’effetto serra ed al conseguente surriscaldamento globale, con temperature più alte e innalzamento del livello degli oceani, visto che i ghiacciai si sciolgono più rapidamente del dovuto.

You may also like