Come sta cambiando il Marketing online nel 2020, i nuovi trend

Come sta cambiando il Marketing Online nel 2020, i nuovi trend

Il 2020 potrebbe essere l’anno delle grandi novità per quanto riguarda il marketing online e tutto ciò che ne consegue. Sono tanti, infatti, gli aspetti da tenere bene in considerazione poiché ci sono diverse ‘bolle che potrebbero esplodere da un momento all’altro. Diversi esperti di marketing online come Michele Sabatini, infatti, sottolineano che potremmo essere in procinto di avere delle novità da affrontare. Eccone alcune.

Ricerche vocali

Ormai inesorabilmente la ricerca vocale sta prendendo sempre più piede

Hai presente gli audio di WhatsApp? Ecco, siamo sulla stessa linea. Perché anche Google ha incentivato l’uso delle ricerche vocali. Tanto, non disturberai nessuno. ☺ A parte le battute, però, c’è da dire che le ricerche vocali stanno aumentando, in percentuale, sempre di più. E, si sa, un conto è parlare e un altro è scrivere. Nel senso che scrivendo si può essere magari più dettagliato (le cosiddette ‘long tail’) ma a voce si è più discorsivi (ad esempio, ‘trovami il ristorante economico più vicino alla città X’).

Una rivoluzione copernicana i cui effetti ancora non sono conosciuti. La cosa certa è, però, che comunque chi fa marketing online ne dovrà tenere conto e, per ogni strategia digital che deve fare, dedicare uno spazio alle ricerche vocali.

Continua l’avanzata dei video

Video, video e ancora video. Un progetto senza filmati difficilmente potrà avere un valore aggiunto

Una strategia di marketing online senza video è come andare a Napoli senza aver mangiato la pizza o recarsi a Roma senza vedere il Colosseo. Se il paragone ti sembra forzato o esagerato, probabilmente non hai ancora compreso la reale portata dei video che stanno avendo.

Una portata così elevata che, diversi anni fa e quindi in tempi non sospetti, Google acquistò YouTube – il sito da cui si vedono più video – e, se scrivi una qualsiasi cosa, appunto, su Google, spesso tra i risultati ci sono anche alcuni video.

Inoltre, sul web (e, purtroppo, anche in generale) le persone leggono sempre di meno. Quindi, se devi dire una cosa complessa o, comunque, dettagliata piuttosto che cimentarti nello ‘spiegone’ scritto, puoi accompagnare il tutto con qualche filmato divertente che attirerà gli utenti e, nel migliore dei casi, li fidelizzerà.

Non vogliamo tediarti con i numeri che trovi su un qualsiasi portale web riguardante la crescita di produzione dei video, ma una delle carte vincenti per poter essere incisivi sul web è ‘umanizzare’ il brand. E quale metodo migliore c’è rispetto al fatto di far vedere il proprio volto e far ascoltare la propria voce attraverso un video?

L’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale sarà un vero valore aggiunto che eviterà errori

Le pubblicità si faranno sempre più specifiche e mirate. Se questo per i consumatori può essere fastidioso, per chi si occupa di marketing online è una manna dal cielo.

Sfruttando l’intelligenza artificiale (quella che puoi Facebook e Google già utilizzano da diverso tempo per personalizzare sempre più gli annunci pubblicitari), gli strateghi della comunicazione digitale potranno sapere l’ora più performante, il cliente tipico che potrebbe essere più ricettivo e avere un’accurata analisi dei dati.

A che serve tutto questo? Molto semplice: a capire, ad esempio, quale argomento in quel preciso istante è più gettonato e, soprattutto, se usare una tematica ‘divisiva’ per poter far parlare di sé o, all’opposto, un topic aggregante per provare ad aggredire altre fette di mercato.

E, secondo alcuni esperti, potrebbe perfino consigliarti quale design utilizzare per il tuo sito web, in modo da ridurre, se non azzerare, i margini di errore.

La realtà virtuale

Nata poco dopo il 2010, chissà che nel 2020 possa ‘esplodere’ definitivamente

Amplificare la realtà, per far sentire l’utente sempre più protagonista. Lo abbiamo visto che si sta usando molto nel cinema con il 3D o anche il 4D ma anche sul web sta prendendo una piega sempre più forte.

Immergere la persona in quello che si sta dicendo oppure fargli provare delle sensazioni mai viste prima o che può solo immaginare, come per esempio l’approdo sulla Luna. E se pensi che sia fantascienza, sappi che ci sono già giornali di carta (sì, di carta) che ti permettono, con un’apposita app, di farti vedere con un video ciò che hai letto e che, ovviamente, non avresti potuto toccare con mano.

You may also like