Guarire dagli sbandamenti, cause, rimedi e consigli

Guarire dagli sbandamenti, cause, rimedi e consigli

Giugno 30, 2021 Off Di Facchini

1.Che cos’è lo sbandamento?

Il senso di instabilità e sbandamento (leggi di più su cervicalevertigini.it), più conosciuto come vertigini, è caratterizzato da sensazioni di movimento rotatorio e oscillatorio anche quando si è totalmente fermi.

La sensazione fastidiosa può scatenarsi senza preavviso, durare qualche secondo o addirittura per giorni e ripresentarsi più volte nell’ arco della stessa giornata.

A volte la situazione peggiora se si fanno bruschi movimenti o se si cambia la posizione.

Ai sintomi già elencati spesso alle vertigini si aggiungono nausea e vomito, mal di testa, iper sensibilità a luci o rumori, debolezza fisica, sudori, accelerazione del battitto e difficoltà respiratorie. E’ un disturbo che se non trattato non consente di vivere una vita normale, essendo debilitante e limitante. il senso di sbandamento nel camminare invece può essere dato da problemi alla cervicale

2.Le principali cause dello sbandamento

Le più comuni cause delle vertigini sono i disturbi dell’ orecchio e dell’ equilibrio, trauma cranico, emorragie celebrali o ictus, ma anche disturbi psicologici come gli stati d’ ansia. Ma può essere comunemente dato da una fobia come per esempio la fobia delle altezze. Chi soffre di questa fobia, lamenta proprio di soffrire di vertigini.

Ci sono inoltre molteplici patologiche che possono essere associate alla sensazione di sbandamento:

  • anemia
  • ateriosclerosi
  • sindrome di Menière
  • anafilassi
  • sclerosi multipla
  • botulismo
  • emicrania
  • sifilide
  • vene varicose
  • ipertrofia ventricolare

Ma il senso di instabilità e sbandamento potrebbe essere causato anche da una forma grave di ansia. Le patologie ansiose hanno la caratteristica di far sviluppare in chi ne soffre sintomi, non solo legati allo stato mentale ma anche fisici che spesso portano a pensare di poter essere affetti da una malattia, sottovalutando l’aspetto psicologico.

La particolarità del senso di sbandamento e delle vertigini è proprio questa: può essere dovuto da patologie fisiche o da aspetti psicologici. E non è semplice arrivare all’ origine. Che potesse essere, questo, un disturbo causato dall’ ansia si evince dal fatto che i sintomi se trattati con gli ansiolitici si attenuano. Ovviamente saranno le giuste figure professionali competenti a stabilire se la natura del disturbo è ansiogena, come gli psicologi e gli psichiatri. Anche la terapia deve essere controllata e prescritta da medici e professionisti.

3.Guarire dagli sbandamenti: rimedi e consigli

Abbiamo già detto che lo sbandamento e le vertigini posso essere causati da molteplici cause, percui non è semplice trovare una cura e arrivare ad una guarigione. Prima di tutto è necessario fare degli esami specifici per stabilirne l’ origine e la causa, come rivolgersi ad un otorino o sottoporsi alle TAC o risonanze magnetiche. Dopo averne scoperto le cause è possibile cominciare con i giusti trattamenti. Quando lo sbandamento con i suoi annessi sintomi è causato da determinate patologie che lo scatenano, è senza dubbio possibile eliminare o controllare i fastidi tenendo sotto controllo la patologia. Guarire dagli sbandamenti però è possibile.

Nel caso delle vertigini parossistica benigna uno dei rimedi utili è la manovra di Hallpike. La manovra ristabilisce il giusto equilibrio ma deve essere effettuata solo da persone specializzate e competenti. E’ un trattamento che va effettuato in più sedute e la guarigione completa può avvenire anche dopo qualche settimana. Nel caso invece di un infiammazione del nervo, come una neuro ire vestibolare, il trattamento avviene a livello farmacologico con farmaci cortisonici, antistaminici o neurolettici. Se si tratta di vertigini e sbandamento da ansia, oltre che i farmaci ansiolitici e calmanti è consigliabile di sottoporsi a sedute dallo psicoterapeuta per arrivare alla totale guarigione con una combinazione di medicinali e percorso psicologico. Guarire dagli sbandamenti si può, rivolgendosi ai professionisti, ma esistono alcuni accorgimenti che possono alleviare notevolmente i sintomi: -evitare movimenti bruschi del collo -evitare sforzi eccessi -limitare le situazioni stressanti che potrebbero far aumentare il malessere. È importante ricordare che per qualsiasi motivo inerente alla salute, è fondamentale rivolgersi ad un medico, senza mai improvvisare o assumere farmaci senza prescrizione o consiglio del medico curante. Non ci si deve mai basare su quello che si legge in internet, poiché potrebbe essere fuorviante, errato o creare ansia e angoscia. Contattare ed esporre il problema ai professionisti è il primo passo verso la guarigione.