Multe online, come pagarle: tutti i passaggi

Multe online, come pagarle tutti i passaggi

La sensazione che si prova quando si riceve una multa non è mai piacevole. Sia che venga notificata di persona dall’agente che ci ha trovati in contravvenzione, sia che la si riceva a casa, dover sborsare una certa somma per un qualcosa che poteva essere tranquillamente evitato provoca sempre un certo fastidio. Tuttavia, a meno che si è certi di non aver commesso alcuna infrazione e la si voglia contestare, una volta giunta la multa non resta che pagarla, anche perchè provvedendo al pagamento entro pochi giorni (in genere entro 5, ndr) si può usufruire di una riduzione del 30% dell’importo complessivo. Per intenderci, se la multa è di 45 euro lo “sconto” sarà di 13,50 euro, per un totale di 31,50 euro.

Multe online, come si pagano? Tutti i chiarimenti

Ma come fare per pagare una multa? Il luogo dove procedere al pagamento è l’ufficio postale oppure una ricevitoria della Lottomatica. Tuttavia, in entrambi i casi potreste incappare in una fila interminabile, che vi costringerebbe a perdere molto tempo. Una buona soluzione alternativa è certamente quella che consente di pagare la multa sul web, grazie ad un servizio che mette a disposizione la maggior parte dei Comuni italiani. Anche le stesse Poste Italiane hanno un servizio molto simile, che permette all’utente di pagare qualsiasi tipo di contravvenzione, a prescindere se si tratti di un divieto di sosta o di una multa per aver superato il limite di velocità, o altro ancora.

I vantaggi del pagamento delle multe online sono piuttosto evidenti. Tanto per cominciare, l’utente potrà procedere al pagamento senza dover uscire di casa, restando comodamente seduto sul divano, anche con una certa rapidità. Inoltre, il pagamento online può essere effettuato in qualsiasi giorno della settimana, senza stare a badare ad orari di apertura, come nel caso degli uffici postali. La multa può essere pagata sul web anche di domenica, togliendosi qualsiasi preoccupazione in merito alle possibile code. Come detto, la multa online può essere pagata sia sul sito del Comune che tramite le Poste: dato che si tratta di due procedure diverse, è meglio descriverle nel dettaglio per facilitarne la comprensione.

Nel caso la multa ricevuta riguardi un divieto di sosta oppure un accesso abusivo ad una determinata area (pensiamo ad esempio alle Zone a Traffico Limitato, comunemente note come ZTL, che hanno vincoli ben precisi) ed è elevata dalla Polizia Municipale, l’utente dovrà procedere al pagamento sul sito del Comune. Bisogna registrarsi? Dipende, la formula cambia da comune e comune. In genere, se si tratta di Comuni molto grandi (come ad esempio Roma e Milano) viene chiesto di effettuare la registrazione prima di procedere. Solitamente la registrazione non viene richiesta dai siti che fanno riferimento a Comuni più piccoli.

Prima di pagare la multa online, è sempre meglio controllare attentamente se questa contravvenzione ci tocca per davvero oppure se è stato un errore. Ad esempio, il cittadino può controllare l’articolo del Codice della Strada al quale corrisponderebbe la violazione, oppure controllare gli estremi della contravvenzione sul verbale online, così come prendere visione delle eventuali foto scattate dall’autovelox. Se tutto combacia, non ci sono alternative: bisogna pagare la multa online. Sull’area dedicata dovremo quindi inserire la targa del veicolo con cui è stata commessa l’infrazione, il numero di codice e la data del preavviso di contravvenzione della notifica del verbale. Nella maggior parte dei casi questi dati sono ampiamente sufficienti, anche se qualche portale potrebbe richiedere qualche informazione in più, come ad esempio l’ora esatta in cui è stata fatta la multa. Una volta inserito tutto, si potrà procedere al pagamento tramite carta di credito (o di debito).

Multe online sul sito delle Poste: la procedura

Se invece la multa è stata elevata dalla Polizia di Stato o dai Carabinieri, il pagamento online deve avvenire sul sito delle Poste. Se si possiede un conto corrente postale la procedura iniziale non sarà problematica; in caso contrario, bisognerà attivare un account sul portale ma servirà attendere l’arrivo del codice di accesso tramite telegramma. Solo con quel codice l’utente potrà completare la registrazione. A quel punto, nel menu “Paga Online” troverete la voce “Multe” e l’opzione che indica se la multa è stata fatta dalla Polizia o dai Carabinieri. I dati da inserire, in questo caso, sono diversi, tra cui nome, cognome, indirizzo, CAP, numero e data del verbale, targa dell’auto, codice di obbligazione e importo da pagare. Una volta inserito l’importo, si può procedere al pagamento tramite carta di credito, PostePay o BancoPostaOnline.

You may also like