Sconti sulle multe: regole e consigli

Entro quanto tempo può essere notificata una multa

Prendere una multa non fa piacere a nessuno, e doverla pagare è ancora meno piacevole. Ma forse non tutti sanno che se ci si affretta a pagarla – cosa che nessuno desidererebbe – si può beneficiare di uno sconto sull’importo dovuto.

Dopo aver approfondito entro quanto tempo può essere notificata una multa, è il momento di parlare di come risparmiare quando il postino ci consegna una busta verde. Infatti, secondo quanto stabilito dal così detto Decreto del fare – sconto multe stradali, se il pagamento della multa avviene entro 5 giorni dalla notifica della violazione, il cittadino ha il diritto ad uno sconto pari al 30%. Prima di analizzare del dettaglio quando spetta lo sconto e come beneficiarne, specifichiamo subito che questa norma non si applica alle seguenti violazioni:

  • multe che espressamente non beneficiano del pagamento in misura ridotta
  • multe di natura penale, come ad esempio guida in stato di ebbrezza
  • confisca del veicolo, fatta eccezione per la guida in mancanza di assicurazione
  • sospensione della patente di guida

Lo sconto spetta invece sia ai conducenti che ai proprietari dei veicoli a prescindere dai punti posseduti sulla patente, in caso di violazioni alle norme del Codice della Strada che prevedono il pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria. I casi specifici che rientrano in questa categoria sono elencati nella tabella pubblicata sul sito ufficiale del Ministero dei Trasporti. Inoltre, lo sconto spetta anche a chi commette una delle infrazioni elencate all’art. 195, comma 2-bis C.d.S., le cui sanzioni in misura ridotta sono aumentate di 1/3 qualora la violazione sia stata commessa dopo le ore 22 e prima delle ore 7. In ogni caso, sul verbale di constatazione o di notificazione che viene inviato presso la residenza di abitazione, viene indicato se la violazione può beneficiare della riduzione e come effettuare il pagamento in forma ridotta, sempre a patto che l’importo della multa viene interamente versato entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica. Nel caso in cui il cittadino versi l’importo scontato oltre la tempistica indicata, la somma viene trattenuta come acconto. Se poi la differenza non viene versata entro i canonici 60 giorni, tale somma verrà iscritta a ruolo, applicando una somma pari alla differenza tra la metà del massimo della sanzione edittale, con aggiunta delle spese di procedimento e l’acconto versato.

Come calcolare precisamente i cinque giorni

Quando iniziano a decorrere i cinque giorni e come si calcolano? Bisogna iniziare a contare dal giorno dopo l’avvenuta contestazione su strada: quindi, per esempio, se la multa viene fatta di sabato, il primo giorno da contare sarà domenica, lunedì il secondo e così via fino a giovedì, che sarebbe il quinto giorno e l’ultimo utile per ricevere lo sconto del 30%. Nel caso in cui l’ultimo termine utile dovesse capitare in un giorno festivo, la scadenza slitta al primo giorno feriale successivo.

Bisogna stare più attenti, invece, nei casi arriva la notifica della multa a casa, perché il termine dei 5 giorni variano in base al mezzo con cui questo verbale viene inviato, ovvero se via posta, Pubblico Ufficiale, avviso di giacenza, ecc.

Ad esempio, se la arriva la notifica via multa tramite posta, ma la persona è assente dalla residenza:

– se il verbale viene ritirato presso l’ufficio postale entro dieci giorni dall’avviso, i 5 giorni si iniziano a calcolare dal giorno successivo

– se il verbale viene ritirato dall’undicesimo giorno in poi, i 5 giorni andranno scalati dalla data di ricevimento dell’avviso

Come effettuare il pagamento

Le opzioni per pagare le multe stradali con lo sconto del 30% sono:

  • In contanti presso la Sezione Polizia Stradale indicata nella parte superiore del verbale.
  • Bollettino postale in bianco.
  • Pagamento online sul conto della Sezione Polizia Stradale tramite il sito ufficiale di Poste Italiane, nella sezione “Bancoposta Online – Bollettini – Multe Polstrada”.
  • Direttamente all’agente accertatore nei casi previsti dagli articolo 202 e 207 CDS.

Se invece il pagamento riguarda multe TUTOR, ovvero contestate dal Centro Nazionale Accertamento Infrazioni (CNAI), le opzioni sono le seguenti:

  • Bccp in bianco (mod.123) al numero di conto postale 1014381568 con intestazione MINISTERO DELL’INTERNO – CNAI INCASSO SANZIONI IN FORMA SCONTATA
  • Bonifico bancario da intestare al MINISTERO DELL’INTERNO – CNAI INCASSO SANZIONI IN FORMA SCONTATA

Qualsiasi sia la modalità prescelta per pagare la multa, il cittadino si dovrà accertare obbligatoriamente di inserire i seguenti dati:

  • La cifra precisa scontata del 30%, di solito riportata sul verbale.
  • Il numero di conto corrente della Polizia Stradale.
  • Indicare come causale solo il numero e la data del verbale, e la targa del veicolo.
  • Nome e cognome del destinatario della notifica.

 

 

You may also like