Semi di canapa per una vita all’insegna del benessere

Semi di canapa per una vita all'insegna del benessere

La popolarità dei semi di canapa cresce di giorno in giorno in maniera anche piuttosto esponenziale. Nonostante ciò molti consumatori ignorano alcuni aspetti che ruotano intorno al mondo dei semi di canapa.

In realtà l’assunzione responsabile di questi alimenti svolge tutta una serie di azioni positive per l’organismo. In particolare, grazie ai numerosi studi condotti per comprendere meglio i benefici della cannabis, sono emersi tanti dati interessanti e in certi casi del tutto inaspettati, per un maggior approfondimento leggi qui.

La capanna e i suoi semi: quello che bisogna sapere

Il termine canapa viene utilizzato per indicare una pianta di cannabis sativa che contiene solo piccole quantità di THC, ovvero una specie vegetale ad alta crescita che viene generalmente coltivata per uso industriale, nella fabbricazione di prodotti come oli e unguenti, nonché per realizzare le fibre dei tessuti, edifici, carta, ecc. Esiste anche un preciso metodo per ottenere l’olio di canapa e consiste nella spremitura dei semi. Il prodotto rilascia ormoni del piacere che aiutano a rilassare la mente, ridurre lo stress, fornire una sensazione di calma e pace al nostro corpo. I componenti chimici della cannabis, chiamati cannabinoidi, attivano recettori specifici situati in tutto il corpo per produrre effetti farmacologici, in particolare sul sistema nervoso centrale e su quello immunitario.

Quando poi si parla di semi di canapa bisogna fare alcune precisazioni. Usare l’espressione “semi di cannabis” significa parlare in modo ampio e generale: sul fronte dei benefici nutrizionali primari, sono i semi ricavati dalla canapa Sativa alimentare quelli che riscuotono un certo interesse e oramai pacificamente noti quali superfood. Questi alimenti offrono davvero numerosi benefici per la salute e si consigliano a tutti coloro che intendo seguire un regime alimentare equilibrato. Il loro contenuto di acidi Omega e proteine, nello specifico, è a base vegetale. I nutrizionisti più accreditati affermano che le proteine ​​vegetali sono più sane e facilmente assimilabili per l’organismo rispetto a quelle di origine ​​animale. Non è una caso che molti allevatori nel mondo abbiano usato i semi di canapa per nutrire il loro bestiame. Anche nel campo del bodybuilding la polvere di semi di canapa sta diventando sempre più apprezzata, tanto che i maggiori esponenti di questo sport scelgono di cominciare la giornata con una buona dose di semi di cannabis prima dell’allenamento.

Le diete a base di semi di canapa si rivolgono anche a quelle persone che desiderano mantenere un corretto peso forma. Questi piccoli semi sferici e dal colore verde intenso apportano un senso di sazietà e sono ricchi di vitamine (in particolare la vitamina E), minerali (fra cui potassio, magnesio, calcio, ferro e zinco), sostanze nutritive e proteine.

Assumere in modo equilibrato Omega e acidi grassi, necessariamente da fonti esterne visto che non vengono prodotti dal nostro organismo, è molto semplice grazie ai semi di canapa. Essi, infatti, rappresentano un vero e proprio concentrato di acidi omega naturali e ne contengono più dei semi di chia, delle noci e persino dei semi di lino. Una delle ragioni principali per cui il consumo di semi di canapa viene consigliato per il benessere del cuore è che le diete ricche di acidi omega riducono la pressione sanguigna e conseguentemente il rischio che i coaguli di sangue possano determinare ictus. Da non trascurare anche i benefici dell’arginina (che genera ossido nitrico) presente nei semi di cannabis, sostanza fondamentale per il rilassamento e la dilatazione dei vasi sanguigni.

Come si possono introdurre i semi di canapa nella dieta?

Non è così difficile, visto che i semi possono essere ingeriti crudi, direttamente dai germogli e sgusciati oppure macinati. Grazie al loro delicato e gradevole gusto, molto simile a quello della nocciola, si sposano bene con vari ingredienti non solo dolci ma anche salati. In genere si sconsiglia di cuocerli o di lavorarli eccessivamente, affinché possano mantenere vive le proprietà nutrizionali.

I semi si possono aggiungere per realizzare delicati risotti, per condire le insalate estive, per conferire note di croccantezza ai secondi di carne e in generale per preparare spuntini veloci che conquisteranno gli ospiti durante gli aperitivi e le cene in casa. La farina di canapa, ricavata dalla macinatura dei semi, si usa per realizzare squisiti biscotti, muffin, torte e persino per il pane.

I semi sono perfetti nei frullati, per condire i primi piatti o realizzare irresistibili brownies da consumare a fine pasto o a colazione. Insomma grazie ai semi sarà possibile liberare la propria fantasia !

Dove trovare i semi di canapa?

Alla popolarità dei semi di canapa si è accompagnata una crescente proliferazione di punti vendita in cui poterli comprare. Bisogna essere molto attenti perché un rivenditore non vale l’altro ed quindi alto il rischio di portare a casa prodotti non di qualità.

In fase d’acquisto è fondamentale rivolgersi solo ai rivenditori affidabili ed esperti. A tal riguardo si segnala uno dei migliori siti di semi di cannabis online che porta il nome di Sensoryseeds.it, in cui ordinare facilmente semi di canapa di alta qualità, riceverli in tempi rapidi e in forma anonima direttamente a casa. Da precisare che questo sito, diversamente da tantissimi altri e-commerce, offre anche tutta una serie di dettagliate informazioni sui vari prodotti disponibili, trasformandosi così in un portale in cui ampliare le proprie conoscenze e trovare consigli preziosi per un buon uso dei semi.

Non rimane che fare shopping in tutta sicurezza acquistando semi femminizzati selezionati, approfittando al contempo dei prezzi altamente concorrenziali, oltre che di un’assistenza alla vendita precisa e professionale.

You may also like