Stanchezza mentale e fisica: da cosa dipende e come contrastarla

Stanchezza mentale e fisica

Tutte le persone, almeno una volta nella vita, hanno avuto a che fare con un forte senso di stanchezza mentale e fisica. Tuttavia, nella maggior parte dei casi per risolvere questa condizione ed affrontare al meglio i numerosi impegni che la vita quotidiana impone, è sufficiente una notte di riposo e un po’ di relax.

Se tale malessere persiste, si può parlare di astenia, che corrisponde ad una evidente riduzione delle energie e delle capacità dell’individuo che ne è colpito. Di solito, ciò si verifica a causa di un periodo di grande stress, nonché nei cambi di stagione, in cui è necessario fare i conti con bruschi sbalzi di temperatura, che portano ad indebolire il sistema immunitario.

Non bisogna dimenticare che a soffrire di stanchezza da sovraccarico sono soprattutto gli studenti che devono affrontare spesso intensi periodi di studio, che possono rivelarsi particolarmente spossanti. In questi casi la mente, ma anche il corpo, si affatica, determinando non pochi disturbi e fastidi.

Consigli per vincere la stanchezza al meglio

Per contrastare la stanchezza mentale e fisica è importante adottare un’alimentazione sana, in grado di garantire tutti i nutrienti necessari per mantenere al meglio l’organismo. Ѐ importante evitare pasti frugali e scorpacciate serali. Inoltre, è indispensabile masticare bene, così da favorire la digestione. Per quanto riguarda i cibi, è fondamentale puntare su quelli poco elaborati, ricchi di vitamine e minerali, specialmente magnesio e potassio.

Non bisogna dimenticare di praticare con regolarità sport, poiché aiuta a rafforzare l’organismo, a favorire il riposo notturno ed a scaricare lo stress. Tuttavia, in alcuni casi è bene poter contare su un aiuto in più. Di fatto, è possibile assumere acutil fosforo quando serve, che è un integratore alimentare, indicato per gli stati di affaticamento fisico e mentale.

Rientra tra i cosiddetti integratori “tonici”, prodotti pensati per stimolare l’organismo, specialmente i neuroni. Ѐ perfetto per chi ha difficoltà di concentrazione, deficit dell’attenzione e spossatezza fisica. Del resto, contiene Fosfoserina, Vitamina B6, Asparagina e Glutammina. Prima dell’assunzione si consiglia di consultare il proprio medico, in modo da evitare spiacevoli effetti collaterali.

L’omeopatia per risolvere il problema dell’astenia

La stanchezza cronica può essere contrastata anche ricorrendo all’omeopatia, che prevede numerosi rimedi a base di sostanze vegetali. Particolarmente utilizzata è l’Ignatia, un medicinale naturale che permette di trattare i disturbi del sistema nervoso legati all’instabilità emotiva, come irrequietezza, agitazione, insonnia ed astenia.

Importante è anche la Sepia, un rimedio che viene consigliato soprattutto alle donne in menopausa per controllare l’irritabilità e il malumore. Tuttavia, particolarmente indicata è la Melatonina, in quanto favorisce l’equilibrio dei ritmi circadiani. Infatti, aiuta in caso di mancanza di sonno, di spossatezza e deficit mentale.

Questo rimedio viene somministrato anche ai bambini per evitare spiacevoli risvegli notturni ed ai viaggiatori, in modo da ridurre i fastidiosi effetti del jet-lag, che possono trascinarsi per parecchio tempo. Tuttavia, non sempre l’omeopatia è la scelta migliore, soprattutto in caso di sintomi persistenti. Dunque, è importante consultare un medico o uno specialista prima di intraprendere qualunque tipo di strada.

You may also like