Un soggiorno con una parete di pietra: perché e come gestirla

Un soggiorno con una parete di pietra

Con il legno, la pietra naturale è sicuramente uno dei materiali più diffusi oggi per impreziosire un ambiente e renderlo moderno e di stile. Questo perché oltre ad avere un’estetica davvero d’effetto sono resistenti nel tempo, agli agenti atmosferici e si possono pulire senza grosse difficoltà. Le pareti in pietra si abbinano bene a diversi stili di arredamento e riescono in tutti i casi a dare carattere alla stanza. Normalmente si ricopre con la pietra una o due pareti al massimo, altrimenti, utilizzandola su tutta la stanza, si rischierebbe di appesantire l’occhio dando una sensazione di soffocamento.

Il colore della pietra dipende dai gusti: oggi ce ne sono diversi formati, forme e colori che consentono di ottenere effetti anche molto diversi. La scelta dipende dall’abitazione, dallo stile e anche dalle dimensioni della stanza perché se scegliessimo colori scuri per un ambiente piccolo non si farebbe che farlo sembrare ancora più piccolo. Fra le pietre più diffuse per creare le pareti ci sono il granito, il porfido, il basalto, il marmo, il travertino, l’ardesia, la quarzite, l’onice ma ce ne sono anche molte altre. Il rivestimento con la pietra non è cosa per tutti, questo è bene saperlo, quindi se non si hanno particolari doti a questo proposito è meglio affidarsi a professionisti del settore.

Perché scegliere una parete in pietra per casa?

  • Perché si abbina bene a diversi stili di arredamento – Che una stanza sia arredata in gusto minimalista ed essenziale o in stile rustico o shabby chic poco importa. La pietra riesce comunque a dare un tocco in più di grande stile e, volendo, a portare luce. Ce ne sono talmente tante tipologie, inoltre, che c’è sempre una tipologia che piace a tutti.
  • Dà una sensazione di respirabilità e di freschezza – La naturalezza della pietra dà a chi è nella stanza la sensazione di freschezza (è fredda infatti!), di naturalezza, di respirabilità.
  • La pietra è resistente all’usura – Le proprietà fisiche del materiale stesso assicurano a chi la sceglie per le proprie pareti una durabilità superiore rispetto a tanti altri materiali impiegati a scopo decorativo.
  • Si pulisce facilmente e richiede una manutenzione limitata – Di per sé la pietra non richiede manutenzione particolare anche se è bene non dimenticare di pulirla regolarmente. L’irregolarità della parete tende infatti ad accumulare più polvere rispetto ad una parete liscia. La “vita” della pietra è pressoché eterna nel senso che resiste benissimo agli agenti atmosferici, al caldo, al freddo, all’umidità e per questo è un tipo di decorazione che si fa una volta per tutte e basta. L’importante ovviamente è che sia incollata bene alla parete.

Gestire una parete in pietra

Come detto gestire una parete in pietra non è cosa poi difficoltosa, specie se si scelgono i rivestimenti in pietra liscia. In generale comunque le pietre sono ricoperte da una formula idrorepellente che consente all’acqua di scivolare senza che si vengano a formare aloni o macchie. La pulizia, quindi, è facilissima. L’unica cosa a cui magari prestare attenzione e nell’utilizzare un detergente neutro così che appunto tale film idrorepellente resti integro.

I rivestimenti in rilievo necessitano la rimozione della polvere: il modo migliore per farla è pulire a secco la parete aiutandosi con un pennello o un piumino per la polvere.

You may also like