Utilizzava impianti Sacal per “estrarre” criptovalute, dipendente denunciato

La Polizia postale di Reggio Calabria e Catanzaro ha denunciato un dipendente della Società aeroportuale calabrese che utilizzava gli impianti della Sacal per “estrarre” criptovalute. L’uomo, attirato dal miraggio dei guadagni offerti dalle nuove opportunità della tecnologica informatica, aveva approfittato della sua posizione lavorativa all’interno dello scalo aeroportuale di Lamezia Terme, per installare un malware […]Read More

You may also like